Home » Benessere » Cellulare e salute: istruzioni per l’uso

Cellulare e salute: istruzioni per l’uso

Avete presente le antenne di telefonia che nessuno vuole nel proprio quartiere perché “fanno venire il tumore”? Le lotte e le manifestazioni per farle togliere? Ebbene, quelle antenne fanno meno male (MOLTO meno male) dei cellulari che abbiamo in tasca, dei tre o quattro cellulari che teniamo accesi notte e giorno in famiglia. Perché se l’antenna emette onde che vanno ad aumentare con la distanza (quindi più vicina è a casa vostra e meno male fa) i nostri ambienti, le nostre strade sono soffocate continuamente da milioni di onde elettromagnetiche che si incrociano e si inseguono sopra e sotto la nostra pelle. Togliere l’antenna dal quartiere non serve se poi usiamo il cellulare troppo e male comunque.

Gli italiani usano male il cellulare

A Ivrea, in Piemonte, una sentenza di primo grado ha decretato -per la prima volta al mondo- un legame sicuro tra uso eccessivo del telefono e cancro al cervello, dando ragione a un uomo che aveva denunciato una compagnia di telefonia mobile. La sentenza si è basata su dati scientifici che provengono da tutto il mondo, oltre che sui dati clinici del paziente in questione e ha espresso parere senza alcun dubbio. Ma attenzione “nessuno vuole demonizzare il cellulare ma solo l’uso eccessivo che se ne fa”, è stato specificato. E gli italiani, il cellulare, lo usano malissimo. Lo diamo in mano a bambini piccoli, donne incinte, cardiopatici, persone in cura sotto chemio…. tutti soggetti che possono ricavare danno dalle onde che il dispositivo emette. Lo teniamo acceso sempre, anche la notte, spesso posato sul comodino a pochi centimetri dal nostro orecchio e dalla testa assorbendo anche mentre dormiamo le onde.

Le onde surriscaldano le cellule

Queste “onde elettromagnetiche a radiofrequenza” non lasciano tracce evidenti nel corpo per questo le tante ricerche condotte sulla pericolosità dei cellulari si sono sempre concluse con un nulla di fatto “per mancanza di conferme”. Ma la scienza non ha mai detto che la mancanza di prove sia un’assoluzione. Ha sempre consigliato moderazione. Tutto quello che sappiamo è che le onde dei cellulari “surriscaldano” le cellule del nostro corpo. Se questo nell’immediato non ha effetti non sappiamo se a lungo andare può causare danni gravi. Ecco perché bisogna essere prudenti e per chi non lo è esiste un sito che si chiama    “neurinomi.info”    in cui sono raccolte tutte le informazioni utili per chi usa abitualmente e in maniera intensa il cellulare. Sarebbe molto interessante leggerlo con attenzione.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

SIDS: tra le cause l’eccesso di serotonina

L’eccesso di serotonina potrebbe essere la causa della Sindrome della morte in culla. Ad ipotizzarlo ...

Condividi con un amico