Home » Benessere » Impariamo a proteggerci dal “fegato grasso”

Impariamo a proteggerci dal “fegato grasso”

La steatosi (o “fegato grasso”) è una condizione tipica di chi il fegato se lo massacra. E’ quella che si ritrova nelle persone alcolizzate, nei drogati, nella gente stressata ma anche in chi ha subito un’epatite grave. Poi esiste un’altra steatosi, quella cosiddetta congenita o “non alcolica”. Alcune persone sono predisposte per natura ad avere un fegato grasso, che lavora male e tende ad affaticarsi spesso. Queste persone possono avere problemi anche se non toccano mai un goccio d’alcol, e sono a rischio epatiti e tumore al fegato.

Fegato grasso è un pericolo

Chi ha la statosi congenita quasi sempre non lo sa. Non ci sono sintomi dolorosi, la persona si sente bene -a parte quella stanchezza costante- e quindi mangia normalmente. Invece non dovrebbe perché proprio il cibo e la dieta sbagliata peggiorano la situazione. Una volta capito di avere il fegato grasso (basta un’ecografia o un’analisi del sangue) bisogna cercare di “aiutarlo” dato che da solo non ce la fa. E si deve cominciare cambiando la dieta. Se non si interviene in tempo, col passare degli anni, quel “grasso benigno” può formare cisti anche maligne. Può dar vita alla cirrosi epatica, al tumore al fegato ma anche a problemi cardiocircolatori importanti. Intervenire si può e si DEVE.

Una dieta sana e meno stress

E i rimedi sono molto più naturali di quanto non sembri. Basta ridurre al minimo (o eliminare del tutto) la carne grassa, i latticini, i formaggi, buona parte degli insaccati, le salsicce, i wurstel, le salsine da fast food, i dolci con crema e panna, gli alcolici. Una dieta salva fegato dovrebbe essere a base di verdure, frutta, minestre vegetali, formaggi magri, bevande non zuccherate, carni magre, pesce. Alla dieta va inoltre associato un esercizio fisico quotidiano, non per forza palestra… basta anche soltanto una lunga passeggiata tre volte a settimana, o un giro in bici o il nuoto. E poi prendere la vita con filosofia. La rabbia, l’aggressività (tipiche tra l’altro dei nostri tempi) stressano il fegato in modo importante e un fegato grasso lo devastano proprio. Calma, sangue freddo e mangiare genuino. Non ci vuole altro.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Gelato, merenda perfetta per l’estate ma quando darlo ai bambini?

Con il caldo dell’estate non c’è niente di meglio di un buon gelato da mangiare ...

Condividi con un amico