Home » Benessere » Da oggi Telethon in piazza con le mamme

Da oggi Telethon in piazza con le mamme

Essere mamma -o genitore in generale- è già una grossa presa di responsabilità. Ma per alcuni, quando si ha un figlio con una malattia rara grave, diventa una missione doppia, un impegno di amore senza precedenti. E spesso si fatica più dei genitori normali, non solo perché si vede giornalmente il figlio soffrire, ma anche perché si viene lasciati soli ad assisterlo. In particolare le mamme, che hanno con i figli un legame particolare, sentono la pesantezza di queste situazioni ed è per questo che TELETHON, da sempre in prima linea contro le malattie rare, questa settimana vuole schierarsi con queste mamme speciali.

La ricerca sulle malattie rare

Parte infatti oggi, 29 aprile e fino al 1° maggio incluso, la campagna #IOPERLEI promossa da Telethon in 1.500 piazze italiane. Sarà una campagna “dolce” perché si venderanno pacchi di ottimi biscotti a forma di cuore partendo da una base di 12 Euro fino a salire a seconda della generosità della gente. Il ricavato andrà alla ricerca dei laboratori Telethon sulle malattie genetiche rare, proprio quelle malattie che si trasmettono di padre in figlio e di mamma in figlio, causando ai genitori anche un senso di colpa, sebbene non sia affatto un loro volere quello di dare ai propri bambini quei geni difettosi. Per chi non avesse la possibilità di andare e per chi non avesse una piazza organizzata nel proprio paese, le donazioni si possono fare anche contattando Telethon al numero 06.44015758 o scrivendo all’indirizzo volontari@telethon.it.

Tutti con Telethon

A sostenere Telethon in questa nuova missione saranno anche la BNL del gruppo Paribas, tutti gli ENI Café e alcuni grandi ipermercati come la Auchan. I biscottini, in vendita in deliziose scatole di latta vecchio stile, verranno venduti insieme ai fogli illustrativi con tutte le problematiche delle malattie genetiche rare e con le altre attività e iniziative di Telethon. Il sostegno della gente comune è importante, anche solo virtualmente, per quelle famiglie che vivono sulla propria pelle la continua lotta di un bambino per respirare, per digerire, per non far cedere il cuore. Solo la ricerca può fermare la progressione di queste malattie e trovare come prevenirle fin dal concepimento. Per questo va aiutata. Il progetto dei biscotti del cuore verrà prorogato fino al 14 maggio anche al di là delle piazze e dei banchetti al supermercato. Chi vuole potrà donare per le prossime due settimane in qualsiasi momento.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico