Home » Benessere » Informazioni anti-cancro in otto lingue

Informazioni anti-cancro in otto lingue

Ottima iniziativa, quella del Corriere della Sera con AIOM (associazione italiana oncologica medica) che va oltre la solita prevenzione e pensa al futuro, pensa in grande. In un’Italia che è ormai sempre più straniera la prevenzione deve allargare gli orizzonti e rivolgersi anche a chi l’italiano non lo capisce benissimo perché vive qui da poco o perché non si è mai ben integrato. Ed ecco l’idea di creare una applicazione -per iPhone e Android- che spiega come riconoscere e cosa fare in caso di tumore. E lo spiega in otto lingue diverse.

In aiuto degli immigrati malati

Italiano su tutti, ma anche inglese e francese e spagnolo... e poi ancora oltre, con il russo, l’arabo, il romeno, il cinese! Una copertura su vasta scala delle comunità straniere più presenti sul nostro territorio, che era necessaria dato che i casi di tumore aumentano drasticamente proprio tra gli stranieri. I motivi sono tanti: difficoltà a capire la lingua, e dunque le diagnosi; difficoltà a comperare i medicinali; difficoltà di perdere un giorno di lavoro per farsi visitare o per curarsi… Tra gli immigrati la cura della propria salute è uno dei problemi più gravi e noi possiamo e dobbiamo aiutarli.  Ci sono anche problemi etici e religiosi, donne che non “si spogliano” davanti a un medico, persone che rifiutano tale cura o tale sostanza… e così via. Una informazione esauriente e tranquillizzante, nella loro lingua madre, potrà far capire loro molte cose e aiutarli a salvarsi la vita. Non è difficile, basta scaricare la app in pochi secondi, quindi aprire e selezionare la lingua desiderata. Quindi si potrà accedere alla pagina informativa e aprirsi un mondo di informazioni che finalmente saranno chiare per tutti.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Occhi protetti in spiaggia

Come gestire la vacanza al mare, e in particolare sulla spiaggia, con i nostri occhi? ...

Condividi con un amico