Home » Benessere » Cuore: se l’infarto è scritto nel sangue

Cuore: se l’infarto è scritto nel sangue

Al recente congresso europeo di cardiologia è stato presentato uno studio molto interessante e allarmante. Condotto su oltre un milione di persone nel mondo, ha riportato dati che spostano l’attenzione degli studi sull’infarto a qualcosa di molto più profondo e interno al corpo… il nostro sangue. Pare infatti che se avremo o meno problemi di cuore sia già “deciso” dal nostro corpo, nel senso che esistono dei gruppi sanguigni più predisposti di altri all’infarto.

I gruppi A, B e AB più a rischio

Se è vero che le persone col gruppo Zero sono più a rischio per diversi motivi, ad esempio lo Zero Negativo per le trasfusioni di sangue o per la compatibilità, è anche vero che in loro i casi di infarto o ictus sono veramente ridotti se paragonati ai gruppi A, B oppure AB. In questi gruppi pare sia presente una proteina che manca nel gruppo Zero: una proteina coagulante che rende dunque il sangue più spesso e più a rischio di formazione di trombi o di otturazione dei vasi. In fase di statistica, 15 persone su 1000 soffrono di problemi di cuore e di questi quasi tutti hanno un gruppo sanguigno A, B oppure AB. Il gruppo AB in particolare, essendo più raro, ha più problemi degli altri.

Rischio minimo ma esistente

Gli studi, che come abbiamo detto sono stati condotti su un vastissimo campione di popolazione, hanno evidenziato che il rischio aumenta di poco nelle persone con i gruppi sanguigni sopra citati ma quel “poco” è comunque importante e da tenere d’occhio perché può generare brutte sorprese, soprattutto se associato a determinate condizioni ambientali e alimentari. Nella media, le persone con gruppo sanguigno “non Zero” hanno un 23% di rischio in più di soffrire di infarto o di ictus nella vita. Ma per avere la conferma di questo bisogna condurre ulteriori studi approfonditi anche sul gruppo Zero, in modo da avere egual quantità di dati specifici. Certamente però chi ha un gruppo “non Zero” farebbe bene a controllarsi più spesso.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Valvola inserita in cuore battente: a Catania, per la prima volta

Catania nel libro dei record. Qui, la scorsa settimana, è stato eseguito il primo intervento ...

Condividi con un amico