Home » Benessere » Dieta: attenti allo zucchero dei cibi “light”

Dieta: attenti allo zucchero dei cibi “light”

Light in inglese vuol dire “luce” ma vuol dire anche “leggero”, nel senso proprio del termine, “privo di peso”. Per questo molti cibi e bevande portano questa dicitura, promuovendosi come alternative valide per chi vuole mangiare con gusto ma senza pericolo di ingrassare. Insomma, vedere la “luce” di una dieta sana con “leggerezza”. Ma bisogna stare attenti ugualmente perché anche questi cibi nascondono piccole insidie che la pubblicità non ci rivela sicuramente.

Zuccheri pericolosi

Una ricerca scientifica condotta negli USA presso l’Università della Georgia ha dimostrato quel che un po’ si sospettava da tempo: i cibi “light” sono privi di grassi, è vero, ma per mantenersi appetibili e gustosi come quelli normali devono mantenere gli zuccheri. In quel caso, allora, i chili non si accumulano per colpa del grasso ma si accumulano ugualmente, per altre vie, a causa dello zucchero in eccesso. Un altro problema dei cibi “light” è che di solito gli zuccheri sono in quantità minore rispetto ad altri prodotti ma questo non genera l’effetto dimagrante, al contrario. Il corpo “sente” lo zucchero ma non in quantità tale da esserne soddisfatto quindi “richiede” altre dosi. Insomma, sono meno zuccherate ma ne consumiamo di più raggiungendo comunque il risultato di ingrassare.

Associateli alle diete sane

Sono allora da condannare? No, affatto, però vanno usate con criterio e all’interno di una dieta equilibrata e sana. Il formaggio light, il cioccolato light, la Coca Cola light vanno tutti bene se li prendiamo a piccole quantità all’interno di un pranzo o di una cena ricchi di alimenti genuini (verdure, frutta, proteine magre) in modo da diventare il contorno e non l’unico alimento assoluto. Un pasto “solo” a base di cibi e bevande light vi porterà durante il giorno a sentire ancora di più la fame e a ricorrere a stuzzichini pericolosi tra un pasto e l’altro. Dunque se potete fidatevi ancora dei cibi e delle bevande “non light” magari dosandoli meglio e non associandoli ad altri cibi o bevande ingrassanti.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Sipps propone guida con consigli ai genitori: vaccini, allattamento e dieta

Dalla Sipps, Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, arriva una guida ai genitori che, ...

Condividi con un amico