Home » Benessere » Di cosa morirono i Pastorelli di Fatima che oggi diventano santi?

Di cosa morirono i Pastorelli di Fatima che oggi diventano santi?

Oggi, giorno della Madonna di Fatima, Papa Francesco si recherà proprio nella famosa località portoghese per rendere omaggio alla Vergine ma non solo: in questa occasione dichiarerà santi due dei tre pastorelli che nel 1917 “videro la Madonna” mentre si trovavano tra i pascoli. I bambini in realtà erano tre, i fratellini Francisco e Jacinta Marto e la cugina più grande Lucia Dos Santos. Lucia morì nel 2005, quasi centenaria, dopo una vita passata in convento a custodire i “tre segreti”, mentre i suoi cuginetti morirono un anno dopo le apparizioni e da allora gli sono stati attribuiti diversi “miracoli”.

La terribile influenza Spagnola

Storia e fede a parte, i due bambini che oggi diventeranno santi morirono a pochi mesi di distanza l’uno dall’altra per colpa dell’influenza cosiddetta SPAGNOLA che tra il 1918 e il 1921 uccise in Europa più persone di qualsiasi malattia dell’era moderna. I morti accertati furono infatti circa 100 milioni nel mondo occidentale, di cui 50 milioni in Europa (in Italia i morti furono oltre 375.000) ma il contagio colpì nell’insieme più di un miliardo di persone! Il nome “Spagnola” deriva dal fatto che i primi casi furono riscontrati e annunciati dai giornali spagnoli, ma come sia arrivata la malattia in Europa non è ancora ben chiaro… qualcuno ipotizza che fu “portata” dai soldati americani quando intervennero nel conflitto.

Virus A-H1N1

I sintomi della Spagnola furono più pesanti di una normale influenza stagionale. La febbre saliva oltre i 40° e il virus (un sottotipo A-H1N1) aggrediva i polmoni e in rari casi anche l’intestino portando gravi complicazioni anche di tipo batterico che si sovrapponevano alla malattia già esistente. Ricordiamo che all’epoca non esistevano ancora gli antibiotici, né i farmaci come li concepiamo oggi noi,  per cui la maggior parte dei casi finiva con il decesso del paziente. Oltre ai Pastorelli di Fatima, tanti altri personaggi famosi persero la vita per colpa della influenza Spagnola in quegli anni, tra essi ricordiamo il pittore austriaco Egon Schiele, il poeta francese Guillaume Apollinaire, il campione della nazionale scozzese del tempo Ned Doig e il conte Umberto di Savoia-Aosta.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Lisomucil tosse: ritirati alcuni lotti dalle farmacie

E’ uno dei farmaci più noti e più usati contro la tosse, e in giorni ...

Condividi con un amico