Home » Benessere » Torna l’azalea AIRC contro i tumori femminili

Torna l’azalea AIRC contro i tumori femminili

Domani, domenica 14 maggio FESTA DELLA MAMMA,  torna l’appuntamento con le Azalee dell’AIRC contro tutti i tumori femminili. Un’iniziativa che si ripete dal 1985 e che quest’anno coinvolgerà oltre 3.600 piazze italiane con lo scopo, come sempre, di aiutare la ricerca. Una ricerca che sta già dando i suoi preziosi frutti, dato che oggi come oggi i tumori femminili si possono curare e guarire sempre più. Quando si parla di tumori femminili si pensa subito al cancro al seno, ma non solo… anche quelli all’utero e ovaie sono importanti, anzi lo sono di più.

Contro tutti i tumori

I tumori all’utero e alle ovaie arrivano senza sintomi, silenziosi e subdoli, e si rivelano quando sono ormai troppo diffusi, Per questi più che mai è importante fare prevenzione. Anche perché, a fronte di un aumento delle guarigioni continua ad aumentare il numero dei casi nuovi (l’anno scorso oltre 65.000 donne sono state colpite da un tumore al seno o agli organi riproduttivi ), proprio per la difficoltà ad individuare alcune di queste malattie per tempo. Il cancro al seno è certamente più frequente, ma oggi è quello da cui si guarisce di più. Restano da battere i tumori alle vie riproduttive e quelli all’endometrio.  La ricerca si sta impegnando soprattutto sul tumore alle ovaie che, oltre ad essere asintomatico, spesso è recidivo e non sempre risponde ai farmaci che potrebbero curarlo.

Regalate le azalee!

Ecco perché le Azalee che domani regalerete alle vostre mamme sono importantissime. Oltre a raccogliere soldi preziosi per la ricerca, sono un simbolo per ricordare a tutte le donne -anche alle mamme!- di aver cura della propria salute. I banchi dei volontari presenti nelle piazze daranno informazioni interessanti proprio su come e dove effettuare i controlli che, ripetiamo, sono tutti indolore e si eseguono annualmente. Un giorno l’anno non toglie tempo né ore al lavoro. E ci aiuta a vivere meglio … e a lungo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

E’ italiana la ricerca che potrebbe “spegnere” il cancro

Una ricerca italiana, promossa da Telethon e dal suo istituto TIGEM di Pozzuoli, insieme alla ...

Condividi con un amico