Home » Benessere » Donatori di sangue a raccolta: bisogna pensare all’emergenza estiva

Donatori di sangue a raccolta: bisogna pensare all’emergenza estiva

Donatori si sangue, piccoli eroi silenziosi di una società che di solito il sangue ama invece spargerlo. Sono tanti, ma potrebbero essere molti di  più e non è un caso se le iniziative si moltiplicano sempre in vista dell’estate. In questa stagione, vuoi per le ferie che allontanano molti vuoi per il caldo che debilita, le donazioni calano ed è invece il periodo in cui si dovrebbe donare di più. In Italia l’emergenza è doppia perché nonostante la generosità di molte persone i donatori sono ogni anno in calo.

Italia con meno donatori

Il calo è “fisiologico”, dovuto all’invecchiamento della popolazione che di fatto vede aumentare gli over 60 rispetto ai giovani e si sa che dopo una certa età non si può più donare il sangue. Peccato che proprio in questo anno speciale, in cui si celebrano i 90 anni della fondazione dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani del Sangue) si registrino cifre preoccupanti ovvero 1 milione di donatori, la cifra più bassa nel nostro Paese dal 2011 e che non intende salire. Nonostante questa batosta, ci sono alcuni dati che fanno ben sperare: Piemonte, Veneto e Friuli-Venezia Giulia sono regioni in cui le donazioni continuano ad aumentare. Altre isole felici si riscontrano in Emilia-Romagna e nelle province di Ragusa e Siracusa in Sicilia.

Salvano vite umane

Le donazioni di sangue sono importantissime perché salvano la vita a molte persone. Non solo a chi rimane vittima di incidenti o di emorragie, ma anche a chi ha bisogno di continue trasfusioni perché soffre di Anemia Mediterranea, di Emofilia o di varie forme di tumori del sangue. Le donazioni non riguardano solo il sangue vero e proprio, ovvero i globuli rossi, ma anche le piastrine. Spesso i donatori di sangue sono anche donatori di midollo, sebbene questo tipo di donazioni sia ancor più raro perché impone un ricovero di due giorni e un fastidioso prelievo dalla schiena. E’ anche vero che ciò avviene forse una volta ogni sei anni, o ogni dieci, in base alle necessità. La donazione di sangue invece è necessaria sempre, e a maggior ragione quando arriva il caldo. Pensiamoci.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Gli organi del futuro? Arriveranno dai maiali

Iniziò tutto così, quando i primi trapianti di organo sconvolsero la scienza. Si usavano organi ...

Condividi con un amico