Home » Benessere » Vaccini: ecco perché solo in Italia sono tutti obbligatori

Vaccini: ecco perché solo in Italia sono tutti obbligatori

Sapete quanti vaccini obbligatori ha il Belgio? Solo uno! In Francia sono obbligatori soltanto 4 vaccini, mentre in Grecia appena 3. In Germania si deve essere vaccinati contro il morbillo per essere ammessi a scuola, negli Stati Uniti sono quasi tutti facoltativi. In Italia, oggi, abbiamo 12 vaccini obbligatori per legge! Come mai questa differenza e questa presa di posizione? Gli stupidi e i disinformati dicono “per favorire le industrie farmaceutiche”, una balla colossale dato che le industrie farmaceutiche campano più sulla banale aspirina o sul Moment quotidiano che sulla vendita di un vaccino una tantum.

Colpa di Internet e delle “bufale”

Altri dicono che abbiamo tanti vaccini obbligatori perché “altrimenti non vaccinerebbe nessuno”. In realtà questa definizione si avvicina di più al vero motivo, sebbene non sia del tutto vera. Negli anni Settanta si vaccinavano tutti, eppure i vaccini erano ancora facoltativi. Negli anni Ottanta le vaccinazioni erano ancora molto diffuse. Il calo è cominciato negli anni Novanta e soprattutto nel Duemila. con l’avvento di Internet e dei “profeti della scienza”, come il medico incompetente che ha diffuso la bufala dei “vaccini che provocano l’autismo”. Per contro, dietro gli schermi, ci sono schiere di neo genitori spesso disinformati o pigri, che invece di capire preferiscono ascoltare l’esperienza del vicino di casa!

Gli italiani si credono tutti medici

In Italia SI E’ RESO NECESSARIO far diventare 12 vaccini un obbligo perché, contrariamente al resto del mondo, gli italiani NON SI FIDANO DEI LORO MEDICI. Nel resto d’Europa e negli USA, medici e ospedali sono rispettati per la conoscenza scientifica, nei Paesi poveri sono ammirati perché salvano vite umane. Se un medico dice a un tedesco, a un cinese, a un africano “il vaccino salva tuo figlio”, quello si fida. In Italia le opinioni sono sempre negative, anche quando le cose vanno bene, perché “lamentarsi fa fico”. In Italia se un medico specializzato ti dice “vaccina tuo figlio” magari tu gli ridi in faccia. In realtà, in Italia abbiamo medici bravissimi, ammirati all’estero, abbiamo strutture spesso malandate dove però lavorano ricercatori in gamba. Ma la gente non si fida, preferisce credere ancora alla vicina di casa che magari fa la segretaria in uno studio di architettura e di medicina ne capisce quanto il figlio di tre anni! Senza obbligo nessuno ascolterebbe i medici, oggi, e per questo la protezione soprattutto sui bambini calerebbe troppo. I vaccini obbligatori sono necessari finché gli italiani non impareranno umiltà e rispetto per il lavoro del prossimo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Charlie Gard, ultime speranze

Manca una visita, una soltanto. Se l’esperto responsabile delle nuove terapie in fase di sperimentazione ...

Condividi con un amico