Home » Benessere » L’omeopatia non è contro i farmaci

L’omeopatia non è contro i farmaci

Desta molto scalpore e indignazione la storia del bimbo di 7 anni entrato in coma e deceduto a seguito di una otite curata male, con il solo uso di sistemi omeopatici. Indignazione per l’errore (in buona fede) dei genitori e anche per il dito puntato contro il dottore omeopata che lo ha seguito. Perché non sempre è colpa del medico (tradizionale o omeopata che sia) se una scelta sbagliata porta a un tragico risultato. A volte è solo la poca informazione che fa il danno peggiore.

Rimedi naturali

L’omeopatia è una scienza medica alternativa che punta tutto sui rimedi naturali, su sostanze esistenti in natura e non chimiche, in modo da curare il corpo senza doverlo “avvelenare” con prodotti chimici. Ma il vero omeopata sa benissimo che esistono dei limiti oltre i quali la sua scienza deve fermarsi e lasciar campo libero alla medicina tradizionale. Oggi, infatti, in tanti lo ripetono. L’omeopatia ha come scopo quello di “ritardare il più possibile” l’uso dei farmaci tradizionali, non quello di “eliminarli”. Si possono curare i sintomi di un male con metodi naturali, ma se entro 3 giorni non ci sono miglioramenti o se subentrano peggioramenti è logico e ovvio il ricorso alle cure ospedaliere.

Alleata della medicina, non nemica

Nata ad inizio XIX secolo dall’idea del medico tedesco Samuel Hahnemann convinto che qualsiasi farmaco chimico ha in natura un corrispettivo che cura allo stesso modo ma senza effetti collaterali, l’omeopatia fu a lungo osteggiata, dalla scienza e anche dalla legge. Di recente però è divenuta una buona “alleata” della medicina tradizionale. Si usa in caso di reazioni allergiche ai farmaci, come palliativo, per trovare nuovi metodi analgesici … e si usa per curare anche sintomi di malattie comuni. A patto che, dicono i medici, in caso di mancato funzionamento di tali metodi naturali si ricorra comunque ai farmaci chimici e alle cure in ospedale. Solo in questo modo le due scienze possono lavorare insieme nel migliore dei modi.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ritrovarsi (vivi) dopo il tumore. La storia che commuove il web

Tra tante notizie di guerra, minacce, pestaggi e femminicidio… ogni tanto ci vuole qualcosa che ...

Condividi con un amico