Home » Benessere » Ecco perché Facebook ci rende depressi

Ecco perché Facebook ci rende depressi

Se lo dicono gli americani che l’hanno inventato … un motivo valido ci sarà. Come rivela un lungo studio presentato dall’American Journal of Epidemiology , Facebook fa molto male alla salute, ci rende infelici e favorisce l’insorgere della depressione. Di fatto, esiste un legame a doppio filo tra il noto social e l’umore degli utenti che ogni giorno lo animano e l’Università della California San Diego, insieme ai ricercatori dello Human Nature Lab di Yale, ha voluto saperne di più.

La mancanza di “like” ci rende tristi

In due anni, i ricercatori dei due atenei hanno interagito e studiato i profili Facebook di 5.208 adulti, valutando il numero dei “like”, dei commenti positivi e negativi, dei commenti sulla salute e sull’umore. Tirando le somme, alla fine, ne è venuto fuori un quadro preoccupante: chi usa Facebook ha una salute molto cagionevole, sia a livello fisico che mentale. E chi ha già un carattere ombroso, sensibile o timido, vede peggiorare giorno dopo giorno la propria salute fino alla depressione. In particolare, se si ricevono meno “like” di quelli che si sperava di vedere, in un solo giorno l’umore crolla per l’8% in una persona fragile. Ma anche nei più forti si registra un peggioramento del 5%.

Quelle foto che fanno male

Volgendo lo stesso tipo di studio sugli adolescenti (1.787 ragazzi di età minore di 20 anni) si notano dati ancor più allarmanti. I giovanissimi che vivono buona parte della propria vita su Facebook non riescono a vivere bene il rapporto sociale al di fuori di esso. Se su Facebook sono sicuri di sé e spavaldi, a scuola e con gli amici sono sempre più chiusi e irrequieti e sull’orlo della depressione. Uno studio simile condotto sui giovani inglesi ha aggiunto altre problematiche, come quelle dell’aumento di ansia e depressione davanti alle foto felici di altre persone. Ci si illude che gli altri siano sempre migliori di noi e si perde la fiducia in se stessi. Fiducia che invece si guadagna – e molto!- spegnendo Facebook anche per un giorno e tuffandosi in qualsiasi attività di “vita vera”.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecco perché gridare “Ahi !!” fa bene alla salute

Due università, una a Singapore e una in Spagna, hanno di recente rispolverato la tortura… ...

Condividi con un amico