Home » Benessere » Nasce a Ginevra una “alleanza” contro la sordità

Nasce a Ginevra una “alleanza” contro la sordità

Medicalexpo

Ci sono problemi che passano in secondo, o terzo, piano perché non sono mortali e non sono contagiosi. Che vuoi che sia la sordità di fronte al cancro o a Ebola? Eppure è una realtà drammatica e sempre più diffusa, non solo tra gli anziani, come vuole il luogo comune, ma anche tra i più giovani che possono manifestarne i sintomi già a 40 anni. Per sconfiggere questo nemico sottovalutato, grazie all’appello di MED-EL (azienda leader nel mondo per gli impianti per l’udito) si è svolto a Ginevra l’incontro dell’Assemblea Mondiale della Sanità. Il motivo? Creare una “alleanza” contro la sordità.

Perchè la sordità è un problema grave

Nel mondo non sentono 360 milioni di persone, ovvero il 5% dell’intera popolazione del pianeta, con dati in costante aumento. La colpa non è solo dell’età o dell’ereditarietà, ma anche degli eccessi come la musica troppo forte in cuffia, le discoteche e così via. La perdita dell’udito è una malattia grave, perché oltre a limitare la comunicazione (e possono verificarsi anche errori mortali se si capisce “sega” invece di “lega”!) provoca un progressivo isolamento dal mondo che favorisce la comparsa di demenze e depressioni. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stimato, inoltre, che la sordità ha un costo pesante per le tasche di tutti:  tra i 750 e 790 miliardi di dollari a livello globale.

L’azienda Med-El protagonista

Diversamente dal passato, oggi ci sono molti mezzi per aiutare a recuperare per lo meno un minimo di udito, come MED-EL sa benissimo, dato che ne è protagonista. Una delle ideatrici del primo impianto cocleare elettronico, la dottoressa Hochmair, è anche CEO dell’azienda: “Vogliamo  aiutare le persone affette da sordità a superare le barriere comunicative che questa disabilità comporta e siamo orgogliosi di ciò che siamo stati in grado di realizzare per loro in questi annidichiara riassumendo alcuni dei tanti progetti discussi durante la “alleanza” di Ginevra: lo studio della connessione tra invecchiamento della popolazione e aumento dei problemi uditivi ma anche le novità sulle diagnosi, la riabilitazione e il trattamento, che passa certamente da questi impianti uditivi.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Meditazione: ecco perché a volte fa male

Gli occidentali la stanno riscoprendo ora, dopo il boom degli anni Sessanta e un lungo ...

Condividi con un amico