Home » Benessere » E’ italiana la ricerca che potrebbe “spegnere” il cancro

E’ italiana la ricerca che potrebbe “spegnere” il cancro

Una ricerca italiana, promossa da Telethon e dal suo istituto TIGEM di Pozzuoli, insieme alla Università Federico II di Napoli e all’AIRC, forse ha trovato il modo di “spegnere” il cancro. Il forse è d’obbligo dato che si tratta di lavori che devono ancora essere perfezionati e testati su più situazioni, ma nel concreto si sa che in qualche modo c’entrano i lisosomi. I lisosomi sono particelle cellulari che hanno il compito prestigioso di eliminare tutte le sostanze inutili e nocive del corpo, mantenendo le cellule sane e attive.

Un gene e i lisosomi

Ci si può ammalare per due anomalie diverse: o per l’eccessivo accumulo di lisosomi o per il mancato funzionamento di essi.  A volte le due cose coincidono, come in certi tipi di tumore: il cattivo funzionamento di alcuni lisosomi porta tanti altri a venire “in sostegno” di questi difettosi, creando il caos. Tutto questo viene regolato dal gene TFEB, scoperto proprio dagli italiani nel 2009. Agendo sull’azione di questo gene e di conseguenza della sua regolazione dell’attività dei lisosomi si possono fermare o rallentare alcune forme di cancro che sembrano progredire senza sosta.

L’importanza della cooperazione

La rivista SCIENCE ha dato molto credito a questi studi riportandoli sulle proprie pagine e rendendoli famosi in tutto il mondo. In una sola volta la ricerca italiana conferma due cose: l’importanza delle malattie genetiche nello studio scientifico, anche tumorale, e la possibilità che i tumori funzionino con un unico “interruttore” e che trovato questo si possa aver ragione dell’intera malattia. Dimostra anche il valore della ricerca italiana, mai stanca nonostante le difficoltà in cui sono costretti a lavorare gli studiosi, e infine il valore di Telethon e della collaborazione tra più enti, senza antagonismi ma uniti per un obiettivo comune: la salvezza di vite umane.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Svelato segreto per bambini all’asilo senza stress

Bambini all’asilo senza stress. Uno studio pubblicato su Prevention Science da Bridget Hatfield, dell’Oregon State ...

Condividi con un amico