Home » Benessere » Come amare i vaccini grazie a un gioco

Come amare i vaccini grazie a un gioco

L’Italia è il Paese peggiore di tutti, in materia di vaccini. Qua la “facoltà di scelta” ha portato molti a rinunciare a un bene assoluto come la vaccinazione per cedere a dubbi inutili. Nel resto del mondo ci si vaccina di più e meglio, ma i dubbi rimangono ugualmente e molti genitori hanno paura di avvicinare i loro bimbi a questi farmaci. Anche in Australia succede, e proprio da qui viene l’idea vincente di due medici, Daniel Epstein e Adam Zemski che hanno inventato un gioco per farli amare a grandi e piccoli: le VAX CARDS.

Il gioco dei buoni e dei cattivi

I due medici ricordano che un tempo, ai bambini che si portavano a vaccinare, si dava un piccolo premio per il “coraggio”. E uno di loro, Epstein, quei premi cominciò a collezionarli e poi a scambiarli con gli amici come si fa con le figurine. Allora perché non pensare a qualcosa di simile sui vaccini stessi? E nascono così le “carte da gioco” Vax Cards che si usano per una gara di due livelli, facile da capire per i piccoli ma interessante da giocare anche per i genitori. Il primo livello fa vincere la carta “buona” contro i “mostri cattivi”. Il secondo livello consiste nel portare la “copertura dei buoni” al massimo (tradotto: la copertura vaccinale).

Farlo diventare virale

E’ divertente vedere “Morbillo” e “Varicella” che combattono tra loro e che vengono sconfitte tutte e due da “Vax”. E se per i bambini questa è solo una gara, quelle parole e quelle azioni si stamperanno nella loro memoria eliminando in loro la paura del dottore, e nei genitori (si spera) la paura dei vaccini. Già messe in commercio in Australia, le carte stanno avendo successo e si spera di farle diffondere in tutto il mondo. Per adesso, oltre all’Australia, un’altra nazione in cui VAX CARDS sta andando alla grande è il Kenya. Forse sarebbe il caso di farlo arrivare presto anche in Italia.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Vaccini: arriva anche quello contro il colesterolo

E se domani arrivasse un vaccino contro il colesterolo? Staremmo ancora lì a contestare e ...

Condividi con un amico