Home » Benessere » Paralisi parziale dopo un rapporto sessuale

Paralisi parziale dopo un rapporto sessuale

La notizia sta girando per il web ed è stato difficile valutarla, tra le tante “bufale” che girano in rete. Tuttavia, leggendo i maggiori quotidiani inglesi come The Sun e Guardian, viene riportata come un fatto vero ma meno banalizzata rispetto a come viene trasmessa sui social. E’ vero, una donna inglese è rimasta paralizzata a seguito di un rapporto sessuale con il marito. Ma sarebbe troppo riduttivo scrivere “paralizzata dopo l’orgasmo”, come si sarebbe tentati di fare. La questione è molto più complessa.

Sesso durante la gravidanza

Cominciamo col dire che Lucinda Allen, 43 anni, era incinta di 6 mesi quando è avvenuto questo rapporto sessuale. Fare sesso in gravidanza non è pericoloso né vietato, se non mette in pericolo il bambino, ma sicuramente i valori di una donna in attesa sono già di per sé sballati e soprattutto la pressione subisce dei cambiamenti importanti. Non è la prima volta che una neomamma va incontro a emorragia cerebrale, proprio a seguito degli sbalzi della gravidanza. Dunque la donna era già in una condizione particolare. In più, se il rapporto è stato intenso, causando oltre allo sforzo fisico anche un repentino aumento della pressione sanguigna, è possibilissimo che si sia avuta la rottura di un vaso già reso debole dallo stato iniziale. L’orgasmo di sicuro non può mai causare una paralisi, di per sé, né una emorragia cerebrale dato che anzi provoca una sensazione di estrema rilassatezza fin quasi allo svenimento. Ma in soggetti con problemi precedenti può scatenare conseguenze imprevedibili.

Passione e pressione

Di base, l’orgasmo femminile causa contrazioni dei muscoli pelvici a ritmi serratissimi (3-12 contrazioni a intervalli di meno di un secondo tra loro) per cui il corpo deve sostenere questo “sisma” con un notevole apporto di sangue. La pressione quindi si può abbassare velocemente e risalire altrettanto velocemente. In persone predisposte o debilitate, questo sbalzo improvviso può causare la rottura di qualche vaso sanguigno. Finché si tratta di piccoli vasi capillari al massimo vedrete delle macchie rosse in viso o gli occhi arrossati, ma se scoppia un grosso vaso come quelli che portano sangue al cervello si ha emorragia grave. E conseguenze come la paralisi. Lucinda, nonostante l’ictus e il coma, oggi è viva. Ha dato alla luce la sua bambina, sebbene debba vivere in sedia a rotelle con la parte sinistra del corpo paralizzata. E lancia un messaggio a tutte le donne: “Non sottovalutate quel mal di testa persistente o quel senso di svenimento che si ripete dopo il sesso. Potreste essere a rischio”.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Per evitare l’Alzheimer fate palestra da giovani

Fare movimento, attività fisica, ginnastica, palestra da giovani … dove per giovani si intende anche ...

Condividi con un amico