Home » Benessere » Ecco la mossa vincente contro la resistenza agli antibiotici

Ecco la mossa vincente contro la resistenza agli antibiotici

Ogni anno 25.000 persone in Europa muoiono per malattie banalissime che si potrebbero curare con gli antibiotici. Ma proprio gli antibiotici, su queste persone, hanno l’effetto di acqua fresca, ovvero zero azione! La resistenza a questi farmaci cresce a dismisura per colpa dell’abuso che se n’è fatto in passato, al punto che ormai i micro organismi si sono assuefatti, li conoscono e sanno come aggirarli. Trovare la soluzione a questo è la nuova missione della scienza, e in particolare della Commissione Europea che da Bruxelles lancia la sfida.

La sfida dell’Unione Europea

La sfida è stata raccolta da molti governi e dai ministeri della Salute di diversi Paesi dell’Unione che da settembre adotteranno delle misure comuni contro il fenomeno. Le prospettive non lasciano più molto tempo, dato che probabilmente entro il 2050 la resistenza agli antibiotici potrebbe provocare più vittime del cancro. Agire in modo unitario, una volta tanto, aiuterà l’Europa a trovare la via d’uscita. Si dovrà, a livello locale, pubblicizzare l’uso degli antimicrobici nelle persone e negli animali, aumentare la sorveglianza, la raccolta dati e la ricerca. L’Italia è uno dei Paesi più esposti al rischio resistenza agli antibiotici, per cui la cosa ci riguarda da molto vicino.

Il problema in Italia

Da noi si è diffusa la cattiva abitudine di “curarsi da soli”, usando e abusando di medicinali senza consiglio del medico. Così si è arrivati a usare vere e proprie “bombe farmaceutiche” contro banali raffreddori o mal di gola. Con la conseguenza che ormai questi farmaci non hanno più alcun effetto sulla malattia e noi siamo esposti al peggioramento in modo globale. Si dovrà ricominciare a educare la gente e a informare con maggior cura, secondo le linee guida europee. Linee guida che prima descrivono con attenzione cos’è un antibiotico e come si usa, dopo di che entrano nel dettaglio per parlare anche dei suoi effetti e del perché, quando se ne abusa, si ottiene l’azione opposta. Le linee guida per ora sono scritte solo in inglese, ma ogni stato che aderirà al progetto dovrà tradurle e diffonderle nella propria lingua.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Come proteggersi dai virus che attaccano l’intestino

Se ne sono stati vittima anche gli atleti dei Mondiali di Londra, al punto che ...

Condividi con un amico