Home » Benessere » Dieci pietanze per l’estate

Dieci pietanze per l’estate

Quali cibi consumare in estate? Lo abbiamo detto altre volte, ma in questo caso intervengono dietologi esperti a dare le direttive. Lo fanno elencando dieci pietanze precise che possiamo, anzi dobbiamo, sfruttare nella stagione calda. Pietanze amiche della nostra salute e nemiche del caldo che ci aiuteranno a sopravvivere fino al prossimo autunno. Non solo, renderanno migliori le nostre vacanze.

Dieci pietanze

Iniziamo dalla colazione: d’estate vanno banditi i grassi come il latte o la Nutella, meglio preferire di primo mattino lo yoghurt con frutta, i frullati di frutta (in particolare melone, anguria, fragole, pesche), latte di riso. Mantenersi leggeri per non dover tollerare, oltre al caldo, la fatica di un corpo appesantito è importantissimo nella stagione estiva e va anche a vantaggio di chi vuol fare qualche bagno. Il pasto di metà giornata, il pranzo, va organizzato invece così: insalata di pasta, insalata di riso o insalata… e basta! Poco pane, moltissima acqua, pochi alcolici. Consumate carni magre e molto pesce, conditi con verdure di ogni tipo, sempre ottime contro il caldo. Possibilmente fate un pasto spezzato, perché anche la cena deve essere leggera. Potete quindi mangiare a pranzo pasta e insalata con frutta, e poi lasciare il secondo per la cena, condendolo con altra insalata. I gelati vanno consumati, preferibilmente, la mattina o a pranzo, magari come pasto unico e non a coda di altri pasti. La granita invece va bene anche al mattino. Due litri di acqua non troppo fredda al giorno è dissetante migliore di tante bibite gassate. Ottime, in estate, anche tisane fredde, té freddo, infusi (bolliti prima e poi conservati in frigo).

Perché evitare gli zuccheri

Perché in estate ci consigliano tutti di evitare le bibite zuccherate, che sono buonissime specie se gelate? Il fatto è che lo zucchero contenuto in Coca Cola, Fanta, Lemonsoda e simili rallenta la digestione e di conseguenza l’assimilazione dei liquidi, oltre che dei cibi, da parte del corpo. Privo di idratazione,  l’organismo sente nuovamente la sete e richiede ulteriori liquidi. Il circolo vizioso si può calmare solo mandando giù acqua semplice, oppure acqua acidula (con limone) in cui si è sciolto un pizzico di sale. Il sale infatti fa trattenere i liquidi in corpo, togliendo la sete all’istante.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Menopausa e dieta: ecco come perdere peso bene

Ingrassare in menopausa è inevitabile. Molte donne lo sanno già, altre stanno per scoprirlo. Non ...

Condividi con un amico