Home » Benessere » Ecco la bevanda che elimina la sbornia

Ecco la bevanda che elimina la sbornia

Ha solo 26 anni, Sisun Lee, lo studente sudcoreano che ha scoperto forse la bevanda più importante del secolo. E di sicuro anche lui, come tutti i giovani, ha bevuto e si è ubriacato qualche volta con le brutte conseguenze della mattina dopo: mal di testa, mal di pancia, nausea, senso di confusione, cattivo umore. Proprio per evitare tutti questi disagi, il giovane ricercatore che ha lavorato alla TESLA, ha inventato “Morning Recovery” una bevanda “miracolosa” che cancella tutti i sintomi della sbornia.

Un mix di rimedi asiatici

I primi ad acquistare il prodotto sono stati gli americani, subito dopo ovviamente la Corea del Sud fiera del proprio geniale figlio. Ma cos’è esattamente “Morning Recovery”?  Nasce dalla grande saggezza orientale mista al genio moderno, infatti Sisun Lee da buon coreano conosceva tutti i vari rimedi anti sbornia della cucina tradizionale del suo Paese. Ha solo trovato il modo di fonderli tutti insieme e di creare un cocktail che funziona tre volte meglio di ognuna di queste sostanze presa singolarmente. Il cocktail tra l’altro supplisce alla difficoltà di trovare le singole sostanze, molte delle quali si vendono solo in Asia.

Qualche legittimo dubbio

Divisa in dosi da 100ml, “Morning Recovery” va presa subito dopo essere rientrati da una festa con troppi alcolici, o direttamente alla festa. La sua azione farà sì che l’indomani mattina non si avranno più quei fastidiosi sintomi che fanno sentire peggio di uno straccio. Mentre si aspetta che arrivi anche in Italia, magari allo stesso prezzo conveniente di 24 dollari per una confezione da 6, ci si interroga su due dubbi: il primo, ma se spariscono i sintomi della sbornia non ci si sentirà incoraggiati a bere sempre di più, distruggendo quel che resta del fegato? Il secondo, ma la persona ubriaca di ritorno dalla festa, proprio in quanto ubriaca, non si dimenticherà di prendere la miracolosa medicina? 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Ecco il “tatuaggio dottore” che controllerà la nostra salute

Se amate i tatuaggi e volete veramente essere originali dovrete assolutamente provarlo! Se non li ...

Condividi con un amico