Home » Benessere » Taormina, diagnosi sbagliata: muore per mononucleosi

Taormina, diagnosi sbagliata: muore per mononucleosi

E’ stata “malasanità” come dicono i parenti del ragazzo morto ieri a Taormina, oppure solo una serie di coincidenze sbagliate che ha portato a una diagnosi tardiva e sbagliata? Un dubbio che conta poco, davanti a un giovane di 21 anni che oggi giace in una bara per colpa di una malattia curabile come la mononucleosi! Il 16 luglio il ragazzo -che vive non lontano dalla “Perla dello Jonio”- arriva all’ospedale di Taormina con febbre alta e sintomi che non si sanno spiegare. Viene sottoposto a diversi esami e rimandato a casa con il suggerimento di curare il calcolo renale che gli è stato riscontrato.

La mononucleosi è curabile

Dunque gli esami sono stati fatti, non è stato preso alla leggera. Ma la diagnosi si rivelerà sbagliata, dato che la febbre non cala e i sintomi peggiorano. La famiglia del giovane si rivolge allora a una clinica privata dove, dalle analisi del sangue, risulta una infezione da mononucleosi. La cosiddetta “malattia dei baci”, che si trasmette però anche tramite gli animali domestici, di per sé è una malattia curabile. Ma se viene presa troppo tardi può causare danni pesanti, a volte letali. Ricoverato di nuovo in ospedale il 24 luglio, il ragazzo va peggiorando e nonostante i tanti esami a cui viene sottoposto (tra cui ago aspirato e biopsia del fegato) il 2 agosto muore.

Ma il ritardo è stato fatale

Non è stata la mononucleosi in sé a causare la morte, ma due crisi a cui il ragazzo è andato incontro mentre curava la malattia. Una delle due crisi è stata fatale per il suo cuore. Il succo del discorso è che sebbene la malattia fosse curabilissima, è stata affrontata con troppo ritardo e ciò per via della diagnosi errata fornita dal pronto soccorso dell’ospedale taorminese. In questo senso si sta indagando per sospetta “malasanità”, sebbene sia chiaro che ci sono malattie che possono essere facilmente scambiate per altre anche dopo esami approfonditi.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Attenti a queste acque minerali: rischio batteri

ATTENZIONE ALLE ACQUE MINERALI Cutolo Rionero, Cutolo Rionero in Vulture e Eurospin Blues. Sono stati ...

Condividi con un amico