Home » Benessere » Strano tipo di malaria uccide una bimba in Trentino

Strano tipo di malaria uccide una bimba in Trentino

Non era mai uscita dall’Italia, la piccola di 4 anni deceduta ieri a Trento dopo aver contratto uno strano tipo di malaria. Non aveva mai visitato Paesi a rischio né mai era uscita dai confini nazionali. Viveva con i genitori in Trentino e al massimo, d’estate, seguiva la famiglia al mare. E oggi proprio quel “mare nostrum” è sotto accusa… o meglio, è sotto accusa il cambiamento climatico che lo sta trasformando in un mare tropicale.

Sintomi della malaria dopo il mare

La bimba ha cominciato a star male dopo una vacanza sulla spiaggia di Bibione, nel vicino Veneto. Una forte febbre inspiegabile, dolori muscolari, e dalle analisi la diagnosi imprevedibile: malaria! Ma come è stato possibile, se ufficialmente la malaria in Europa non esiste più? Le ipotesi sono due, ed entrambe inquietanti. Si sospetta che la bimba sia venuta in contatto con la malattia nell’ospedale di Trento, dove era stata ricoverata per alcuni accertamenti un mese fa e dove -nello stesso reparto Pediatria- erano ricoverati nello stesso periodo due bimbi africani affetti da malaria.

Il nuovo ambiente delle zanzare

Il secondo sospetto è ancor più preoccupante. La bambina forse è stata punta da una zanzara Anopheles proprio al mare, a Bibione. Ormai si sa che al nord si sono stanziate diverse zanzare tigre e anche altri tipi di zanzare tropicali che hanno trovato l’habitat adatto a loro. La siccità di questi mesi ha reso questo habitat ancora più simile a quello africano dal quale provengono. Nulla di strano che anche le zanzare portatrici della malaria abbiano trovato un buon ambiente di vita, magari proprio vicino la laguna veneta. Non ci sono ancora le prove, di questo, ma si sono avuti casi rarissimi di “malaria autoctona”, ovvero causata dalla puntura di insetti locali che magari ne sono stati infettati chissà dove. Un caso davvero sfortunato che ha determinato una tragedia enorme, per la famiglia.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Attenti a queste acque minerali: rischio batteri

ATTENZIONE ALLE ACQUE MINERALI Cutolo Rionero, Cutolo Rionero in Vulture e Eurospin Blues. Sono stati ...

Condividi con un amico