Home » Casa » Friuli Venezia Giulia: la regione garante del 100 per cento del valore dell’immobile

Friuli Venezia Giulia: la regione garante del 100 per cento del valore dell’immobile

Nel corso del terzo convegno della Fimaa, tenutosi nel Friuli Venezia Giulia e dedicato all’analisi del mercato immobiliare regionale, l’assessore regionale all’Ambiente del Friuli Venezia Giulia, Elio De Anna, ha dichiarato che la regione sarà vicina alle giovani coppie per l’acquisto della prima casa, fino al 100 per cento del valore dell’immobile.

“stiamo studiando un modo affinché l’Amministrazione del Friuli Venezia Giulia si faccia garante, con una forma simile alla fideiussione, per i giovani che decideranno di acquistare accendendo un mutuo con la banca. Noi ci stiamo apprestando a modificare un regolamento già esistente. In particolare, la garanzia che daremo alle banche, sarà maggiore rispetto a quella attuale: in prima battuta la copertura regionale durerà più della metà del tempo di contrazione del mutuo. Inoltre, non saremo più in testa alla lista degli eventuali creditori se il prestito non andasse a buon fine, bensì in coda, lasciando questo privilegio alle banche. Infine, il nuovo regolamento dovrà contenere norme più snelle e tempi più rapidi per sostenere questo tipo di aiuti a chi vorrà acquistare casa”.
Inoltre, la regione, adottando il protocollo Vea, che mira alla valutazione della qualità energetica ed ambientale degli edifici, ha proposto non solo il rispetto del fattore energetico mediante l’isolamento termico (così come prevede il protocollo), ma ritiene necessaria anche la valutazione dell’aspetto ambientale degli edifici. “L’intenzione – ha spiegato De Anna – è quella di concentrarsi anche sull’aspetto ambientale complessivo degli edifici, andando a valutare le fonti rinnovabili, i materiali di costruzione, il risparmio idrico, la qualità interna ed esterna dell’edificio stesso. L’uso delle nuove tecnologie, a fronte di un costo iniziale di poco superiore a quello dell’edilizia tradizionale, si tradurrà nel tempo in un concreto risparmio economico ed in un minor impatto ambientale. Inoltre il monitoraggio costante della situazione energetica – ha concluso l’assessore – darà un contributo concreto e misurabile per dimostrare il rispetto ambientale, in particolare dei parametri assunti con il protocollo di Kyoto”.

admin

x

Guarda anche

Il teatro ecologico di Neri Marcoré

Chi è Neri Marcoré lo sappiamo … come potremmo non saperlo? Bravissimo attore marchigiano, conosciuto ...

Condividi con un amico