Home » Casa » Regione Toscana: recupero dei Borghi e dei centri storici minori

Regione Toscana: recupero dei Borghi e dei centri storici minori

La Regione Toscana si sta impegnando al fine di recuperare e rivitalizzare i Borghi ed i centri storici minori, spingendo le persone a tornare a viverci in modo tale da scongiurare lo spopolamento ed il degrado. Adottando questa politica, sarà possibile dare una risposta concreta all’emergenza abitativa sempre più crescente e a tamponare alcuni seri problemi come il risparmio del suolo, il risparmio energetico ed il rispetto della salute e dell’ambiente grazie all’uso di nuovi criteri di bioedilizia.

Portavoce della Toscana è l’assessore alla casa Eugenio Baronti,capofila Università di Firenze e Scuola Sant’Anna di Pisa, che sta promuovendo il progetto “Abitare mediterraneo”, finanziato dalla Regione.
»Il progetto, che sta partendo in queste settimane, è multidisciplinare – ha spiegato Baronti – punta a riqualificare il patrimonio edilizio esistente e a fare della Toscana un laboratorio internazionale dell’abitare mediterraneo, ricercando e realizzando materiali e tecniche costruttive capaci di adeguare i criteri di bioedilizia e sostenibilità dell’abitare al clima, alla storia, alla cultura del nostro paese. Oggi come oggi infatti, la maggior parte dei materiali di bioedilizia viene dal nord Europa». Per far questo la Regione intende creare un “Centro di competenza tecnologica” che serva da punto di riferimento per lo “studio, la ricerca, il trasferimento tecnologico, l’innovazione e la realizzazione di buone pratiche, con il coinvolgimento delle imprese, delle pubbliche amministrazioni, delle associazioni professionali.
Inoltre, per il recupero dei centri storici, in particolare di quelli minori, la Regione ha messo in campo una misura nell’ambito del programma straordinario per il recupero degli alloggi popolari inutilizzatii, che prevede nel complesso un investimento di 143 milioni di euro. «Abbiamo previsto un fondo di 5 milioni per contributi a giovani coppie che intendono ristrutturare alloggi abbandonati per andare a risiedervi, dando così una risposta al diritto alla casa e, nello stesso tempo, alle esigenze di riqualificazione urbana. Solo favorendo le funzioni residenziali infatti, si contribuisce a frenare il degrado e la trasformazione di tanti centri storici minori a città museo o città vetrina».

admin

x

Guarda anche

Il teatro ecologico di Neri Marcoré

Chi è Neri Marcoré lo sappiamo … come potremmo non saperlo? Bravissimo attore marchigiano, conosciuto ...

Condividi con un amico