Home » Casa » Riforma in condominio, ecco cosa cambia

Riforma in condominio, ecco cosa cambia

Nuove regole condominiali entrano in vigore con la riforma da poco approvata. Innanzitutto si potrà procedere a cessione e divisione delle parti comuni con la maggioranza dei due terzi dei millesimi e non più all’unanimità. I lavori nelle singole unità immobiliari che nuocciono alle parti comuni sono tassativamente vietati. Per i condomini c’è la possibilità di staccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato partecipando solo alle spese straordinarie e di manutenzione.

Cambia anche il ruolo dell’amministratore di condominio, il cui mandato diventa biennale. All’amministratore sono affidati maggiori poteri e responsabilità, e allo stesso tempo è chiesta maggiore trasparenza sull’operato, che potrà essere controllato meglio grazie al registro degli amministratori presso le Camere di Commercio.

Lo stesso amministratore ha poi l’obbligo di agire immediatamente sugli inquilini morosi, trascorsi 4 mesi dalla scadenza non rispettata sarà l’ammnisitratore a rispondere dei danni in caso di ritardo.

admin

x

Guarda anche

Aumentano le bollette, ma si risparmia col fotovoltaico

Da ieri sono aumentate le bollette di luce e gas e se gli italiani sono ...

Condividi con un amico