Home » Casa » Coram, la nuova riforma sul condominio è insufficiente

Coram, la nuova riforma sul condominio è insufficiente

Il Coram, Coordinamento Registri amministratori, si esprime sulla riforma del condominio appena approvata in Parlamento giudicandola insufficiente e responsabile di nuovi oneri per gli amministratori. Il Coram commentando con insoddisfazione la riforma approvata si augura che il testo possa essere rivisto dal Senato per garantire agli amministratori uno svolgimento dei compiti più agevole.

Attraverso una nota, il Coram sostiene che la riforma, non avendo recepito la proposta di attribuzione al condominio della capacità giuridica, avrà l’effetto di far ricadere sugli amministratori condominiali tutta una serie di nuovi oneri e di incombenze cartacee, che male si sposano con le esigenze quotidiane della vita condominiale.

admin

x

Guarda anche

Al via dal 18 giugno la riforma del condominio

Oggi, martedì 18 giugno, è entrata in vigore la riforma del condominio. Numerose sono le ...

Condividi con un amico