Home » Casa » Piano Casa per la messa in sicurezza contro il terremoto

Piano Casa per la messa in sicurezza contro il terremoto

terremoto 1

Terremoti, frane… l’Italia ha un gravissimo problema geologico e non ha mai adeguato le proprie costruzioni, vecchie e nuove, alla situazione. Dopo il terremoto dell’Aquila (oltre 300 morti) se n’è cominciato a parlare, dopo quello di Amatrice (296 morti) qualcosa finalmente sembra essersi avviato. Renzi ha deciso che sarà il rettore del Politecnico, Giovanni Azzone, a guidare “Casa Italia”, il piano di prevenzione contro i terremoti allo studio del Governo.

Persona esperta, grande conoscitore anche delle migliori menti scientifiche del Paese, Azzone sta già mettendo insieme una squadra di esperti per avviare una messa in sicurezza antisismica in tutto il territorio nazionale. Il rettore e il premier Matteo Renzi si sono incontrati già sul luogo del disastro di Amatrice e si ritroveranno da ora in poi a Roma, presso i palazzi del Governo, dove si metterà in pratica l’opera. Non sarà né facile né economica, ma nel complesso costerà molto meno della ricostruzione di intere aree, come avviene ad ogni sisma.

L’azione del rettore, che agirà insieme a Renzi, avverrà con una prima fase di coordinamento generale, ovvero ricerca e organizzazione delle migliori competenze, e poi con l’applicazione delle loro azioni al territorio. Esistono da tempo i modi per costruire case sicure contro i terremoti, ma esistono anche dei metodi per mettere in sicurezza le case antiche già esistenti. Si tratta di cominciare, perché il lavoro sarà lungo e potrebbero volerci anche 20 anni per portarlo a termine tutto. Ma la volontà non manca, come dice il dottor Azzone: “abbiamo tante iniziative che toccano il Paese e l’obiettivo è quello di passare da una attenzione a questi temi solo dopo che si verificano i problemi, ad una attenzione continuativa” .

admin

x

Guarda anche

fermata-bus-noa

Come costruire nel rispetto della natura. Ce lo spiega noa*

Non è un errore di battitura, il nome è scritto proprio così: noa*. E sta ...

Condividi con un amico