Home » Casa » Un amore di … tenda!

Un amore di … tenda!

Premesso e ormai assodato che le tende fanno arredamento quanto e forse anche più dei mobili, non tutti siamo in grado di sceglierle con oculatezza. Eppure dovremmo imparare, perché una tenda scelta bene, nel giusto ambiente, determina molte cose: la luce dell’ambiente, o la sua penombra, lo stile, la bellezza o l’eleganza, ma anche il carattere di chi lo vive. Come scegliere le tende ce lo suggerisce il Corriere della Sera con una serie di consigli recuperati da diversi stilisti.

Tende per tutte le finestre

Per esempio, se avete delle case a ridosso ad altre case, dovrete usare le tende molto più di chi vive in una villetta riparata dal giardino. In quel caso, allora, la tenda lunga (da soffitto fin quasi a pavimento) è la scelta migliore, magari accompagnata da bei disegni o ricami per dare all’esterno la bellezza alla vostra finestra. Se non avete scuri (come avviene ad esempio in certe mansarde) o se la casa dà verso est o verso sud dovrete ripararvi dalla troppa luce e dal caldo delle mattine estive, soprattutto. In queste occasioni una doppia tenda (pesante davanti e trasparente dietro) servirà sia ad abbellire che a oscurare.

Tende per il giorno e per la notte

Di solito, le tende bianche, leggere, luminose o ricamate vanno bene per le vostre zone giorno, che vanno vissute appunto durante la maggior parte delle ore della giornata e devono essere luminose anche quando vi riparate da sguardi altrui. In camera da letto potete liberare la fantasia e usare colori, spessori, tessuti e anche forme che volete. Le tende leggere non devono essere per forza bianche, possono anche avere tenui colori pastello che diano eleganza all’ambiente senza togliere luce. Potete anche coniugare delle veneziane interne (fissate alla struttura della finestra) con tendine ricamate o delicate, in modo da regolare la luce e dare bellezza ad un tempo. Questa soluzione va particolarmente bene per cucina e bagno, ma anche per le verande.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Come riempire un ponte di alberi. Succede a Londra

Londra è caotica, inquinata, fumosa, piovosa… anche eccessivamente costosa… ma ha un pregio innegabile: ama ...

Condividi con un amico