Home » Casa » Oggi arrediamo il corridoio

Oggi arrediamo il corridoio

Un tempo il corridoio era solo una zona di passaggio, un lungo ambiente spoglio e sbrigativo che conduceva in stanze varie e più interessanti. Ma con l’accorciarsi sempre più delle abitazioni, con la mancanza di spazi nelle stanze, il corridoio sta assumendo una nuova grande importanza. Buona parte dei nostri oggetti (libri, abiti, soprammobili) finisce in corridoio e non ci finisce in modo casuale o disordinato ma pensato, ragionato. Con stile, insomma. Ebbene sì, esiste anche l’arredo da corridoio… e funziona.

Un lungo spazio artistico

Alcune persone lo usano per mettere armadi che non entrano in camera, altri per sistemare scaffali o contenitori per libri, o quadri e foto di famiglia. E anche chi lo preferisce libero e vuoto può pensare di decorarlo con carta da parati particolare o con adesivi da parete o con lampade originali. Insomma, il corridoio offre mille spunti per la fantasia, perché dunque non usarli? Corriere della Sera suggerisce almeno una ventina di idee nuove per “l’arredo corridoio”, tra librerie, mensole e mensoline, tappeti, arazzi e luci particolari. Potete pensarlo già fornito di spazi, scaffali scavati nella muratura, oppure aggiunti in secondo luogo. Potete usarlo per appendere le vostre collezioni (cartoline, francobolli, farfalle o perfino cappelli!). Se lo preferite vuoto potete abbellirlo con lampade a stelo o plafoniere artistiche, oppure soltanto colorate per spezzare la monotonia delle pareti a tinta unica. Potete al limite decorarlo con mattonelle speciali! La maggior parte delle persone lo usa come soluzione per lunghe scaffalature da riempire con i libri o con i ricordi di famiglia, con oggetti regalo o simili. Un’idea potrebbe essere quella di colorare le pareti di colori diversi: ad esempio, una bianca e una scura, oppure le pareti lunghe tutte bianche e quelle piccole alle estremità di colori accesi come verde, fuxia, arancione… Altra soluzione interessante potrebbero essere gli specchi, che ampliano la prospettiva dell’ambiente e danno aria e respiro al passaggio. Per chi ha più mezzi, un’idea potrebbe essere quella di ricavare spazi nella muratura da coprire poi con ampie vetrate e nascondere la visione delle stanze con tendine artistiche colorate. Ma se alla fine non volete spendere troppo tempo e denaro, ricordate che anche un solo tappeto … se ben pensato e adattato … da solo dona carattere al vostro magico corridoio!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Come aiutare i terremotati con il “design del vetro”

E’ stata inaugurata sabato 3 dicembre “Sogni di vetro, quarant’anni di FIAM Italia” . Siamo a ...

Condividi con un amico