Home » Casa » Come trasformare lo stereo in un mobile di stile

Come trasformare lo stereo in un mobile di stile

Da quando i nuovi designer hanno sdoganato l’idea di stile, prima legata soltanto ad abiti o mobili, qualsiasi oggetto di casa può avere una personalità importante e colpire profondamente con la propria bellezza, oltre che con la funzionalità. E così, anche quello che prima sceglievamo solo in base alla potenza, alla praticità e alla tecnica oggi diventa arredamento di grande stile. Come lo stereo, ad esempio. Sì, proprio gli impianti porta CD -alcuni ancora completi di piatto per suonare i vecchi album LP o le cassette- che insieme alle loro casse, spesso così antiestetiche, occupano un angolo del nostro soggiorno, studio o addirittura salotto.

Uno stereo di stile dalla Norvegia

C’è voluta la creatività di un giovane e l’esperienza di una scuola di design per ottenere SERPENTINE STEREO. Gli ideatori sono dei giovani designer norvegesi, gli Osloform, amanti della musica come tutti i ragazzi ma anche amanti del bello in casa Ed ecco come nasce un impianto stereo realizzato in un particolare materiale di fibra di legno flessibile (il Valchromat), lavorato a mano e completato dalle rifiniture di ottone delle casse (amplificatore Bang & Olufsen). Con in mente idee minimaliste, ma con lo scopo di abbellire casa con un pezzo di “arredamento” insolito, i giovani norvegesi hanno puntato su usabilità e contrasti materici, sul valore del materiale a chilometro zero e sul colore” che rende il tutto davvero originale. 

Musica a colori

Il prototipo presentato in anteprima è rivestito con una copertura colorata, nei toni del blu, che da lontano somiglia a un rivestimento di velluto e abbellisce in modo naturale un ambiente elegante come un salotto. L’edizione è limitata, proprio perché fatto a mano, quindi si può vedere e ordinare solo sul sito di Osloform.no. Ma non è escluso che su ordinazione e in futuro i colori della “musica” potranno adattarsi a tanti altri ambienti. La bellezza di SERPENTINE STEREO è data soprattutto dalla forma che si confonde facilmente con quella delle casse. In tal modo, si possono creare anche delle idee geometriche simpatiche, unendo i vari pezzi dello stereo in maniera diversa, e realizzando angoli decorativi che tutto sembreranno tranne che impianti stereo. Stiamo parlando qui di alta scuola di design, ma chissà che l’idea non possa ispirare anche qualche amante del fai-da-te e invogliarlo a realizzare coperture originali per il proprio stereo, in tono con le tende del salotto!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Come arredano casa i Pesci, gli Acquario o i Gemelli…?

Non è vero ma ci credo. Mai formula fu più adatta al popolo dello Zodiaco, ...

Condividi con un amico