Home » Casa » Come trasformare un monolocale dal giorno alla notte

Come trasformare un monolocale dal giorno alla notte

Vivere in monolocale… scelta quasi obbligata per molti lavoratori “single” che si spostano spesso o che vivono in città carissime, dove già due vani valgono oro. Ma il monolocale del Duemila non è più “roba da poveri” o qualcosa di cui vergognarsi, piuttosto è una soluzione che può anche dettare moda. In questo caso, l’abitazione è grande appena 30 metri quadri eppure riesce ad essere funzionale e carina, trasformandosi letteralmente “dal giorno alla notte”.

Spazi e fantasia

Quel che conta, in un locale tanto piccolo, è saper salvare lo spazio e saper arredare. I toni, bianchi e grigi, sono eleganti e caldi allo stesso tempo perché anche il grigio crea atmosfera se sfruttato in tutti i suoi toni. Di giorno, il monolocale è soggiorno e cucina. Il divano addossato alla parete-armadio crea, insieme alle scaffalature e all’angolo cucina, una nicchia per vivere la vita sociale con parenti e amici.  Il tavolino con le ruote si adatta sia a tavolo da pranzo che a tavolo da lavoro e si può spostare quando, all’occorrenza, serve spazio oppure quando cala la notte. La sera, infatti, il tavolino si addossa al muro, accanto alla porta del piccolo bagno, e il divano si apre diventando un comodo letto matrimoniale. In una soluzione alternativa, invece, il letto è nascosto dietro la parete ed è questa che si “abbassa” la notte per essere tirata su la mattina dopo. La nicchia ricavata dal muro dove rientrerebbe quando dovete lavorare diventa “comodino” e l’armadio nascosto dietro la parete, che magari di giorno conserva oggetti in eccesso, di sera conserva i vostri abiti. La cucina per forza di cose fa parte dell’arredamento, sia di giorno che di notte, per questo la scelta del legno e dell’acciaio è quella ideale: il legno l’adatta benissimo sia alla “zona giorno” che alla “zona notte”, senza toglierle la praticità data dall’acciaio. Le illuminazioni, a parete o a stelo, sono al led per risparmiare e per avere il massimo della luce nel poco spazio a disposizione.  (foto Cosedicasa)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Cosa ci fa amare un’auto? La Ford Fiesta ha una risposta

“Le persone impiegano in media solo 3 minuti per capire se un prodotto piace o ...

Condividi con un amico