Home » Casa » Le “palafitte” di Vilnius che amano l’ambiente

Le “palafitte” di Vilnius che amano l’ambiente

A Vilnius, in Lituania, sorge un complesso di edifici – RASU NAMAI- che sta facendo la storia della nuova architettura, quella cioè che vuole far parte dell’ambiente e non distruggerlo. L’architettura del risparmio energetico, dei materiali eco compatibili, dell’edificio che si fonde col paesaggio… In questo caso l’idea vincente è stata dello Studio Paleko che ha immaginato un intero villaggio di edifici  rivestiti in tavole di legno dove il colore identico è la linea portante dell’unità del progetto, ma nasconde dietro le caratteristiche legate all’ambiente che variano da modulo a modulo.

Un villaggio sposato alla natura

Infatti, le case situate sulla parte più alta della collina sono issate su “palafitte” in modo da raccogliere su di sé tutto il sole ma anche in modo da lasciare visibili, nelle fondamenta, i materiali storici tipici delle popolazioni della zona, alcuni risalenti agli anni Venti del secolo scorso altri anche all’Ottocento. Sono in tutto 8 le case “sopraelevate”. Invece sono 10 le case “basse” della parte inferiore della collina. Queste case sono a livello strada se guardate dalla sponda del torrente vicino mentre, in realtà, il muro portante scende sul retro di alcuni metri, creando gli spazi garage e i collegamenti tra un modulo e l’altro. Anche tetti e terrazze servono per collegare le villette tra loro. Considerato l’ambiente di foreste e specchi d’acqua intorno, dato che siamo nel territorio del Parco Regionale Pavilniai, il legno era il materiale che più si adattava per la costruzione, ma non solo all’esterno anche all’interno (rivestimenti in larice siberiano). Le linee sono leggere grazie allo slancio verso l’alto e alle tante vetrate che si aprono sulle facciate a catturare la luce. Il legno e il vetro, insieme, costituiscono il miglior isolamento termico sia in estate che in inverno, trattenendo caldo e fresco a seconda delle stagioni. Il tutto per un risparmio energetico considerevole, dato che non si pagano riscaldamenti o condizionatori, e nel pieno rispetto della natura.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Le “case-medusa”nasceranno in Brasile

Non possiamo ancora vederlo, se non sul computer dell’architetto brasiliano Vincent Callebaut, ma quando sarà ...

Condividi con un amico