Home » Casa » Al Salone di Milano, festa per i Componibili Kartell

Al Salone di Milano, festa per i Componibili Kartell

Compiono 50 anni  i Componibili di KARTELL firmati dalla mano della designer Anna Castelli Ferrieri  e non sono certo “scatole” qualunque. Sono in mostra in questi giorni al Salone del Mobile di Milano ma sono stati protagonisti anche al MOMA di New York e al Pompidou di Parigi. L’idea nacque, appunto, 50 anni fa per creare dei mobili diversi dal solito… contenitori sì ma non classici, non pesanti, piuttosto elastici, divertenti, rivoluzionari come erano i “ragazzi degli anni Sessanta”.

Nacquero qui 50 anni fa

La loro peculiarità? Si possono comporre, scomporre, impilare, incastrare… non occorrono viti, né martelli, solo tanta fantasia. Nel tempo sono ulteriormente migliorati e oggi si adattano bene a qualsiasi ambiente, dal classico al moderno al futuristico. Meritavano un riconoscimento, e lo meritavano proprio qui dove furono esposti la prima volta nel 1967. Per questo la mostra-evento che li mette a disposizione di tutti è da visitare. Lo hanno deciso infatti, e partecipano, designer come Nendo, Lviani, Mendini, Lissoni, ma anche la  Urquiola, Bellini, e Meda tra gli altri.

I Componibili diventano, per l’occasione, consolle, tavolini originali, colonne, elementi strutturali, comodini, portafiori, portalampade, portagioie…. e la varietà di colori e di materiali non sembra aver mai fine. In legno grezzo, legno dipinto, cromature metalliche, dorati o argentati, laccati e in rosso scuro, verde militare, blu petrolio (questi ultimi tre scelti apposta per celebrare i 50 anni) in attesa che le nuove generazioni magari accompagnate dalle vecchie, che li ricordano meglio, li scoprano e diano loro nuova vita e nuovi ruoli nella loro fantasia.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Casa vacanze dentro un trullo

“Vieni a ballare in Puglia…” e magari ad alloggiare in uno dei suoi caratteristici trulli. ...

Condividi con un amico