Home » Casa » Ecco come adattare casa agli animali

Ecco come adattare casa agli animali

Non basta avere il cane, il gatto o il pappagallo a casa se gli ambienti non sono adatti o se non sapete come gestire l’animale. Un cane grande, ad esempio, in un appartamento bi-vani soffrirà così come un pappagallo in una voliera piccola avrà dei problemi. Sapere come adattare l’ambiente casalingo agli animali è importante e per questo l’Università di Padova ha elargito diversi consigli per gli amanti delle bestiole domestiche.

Spazi giusti per loro

Li chiamano “arricchimenti ambientali”, che non significa cambiare del tutto la disposizione di casa ma fare in modo che cani, gatti e compagnia possano viverla al meglio: significa inserire “strutture e oggetti che rendono l’ambiente più interattivo e stimolante, anche quando l’animale è solo” come ad esempio oggetti in gomma masticabili, palline, cordicelle, topolini finti e così via.  Significa eliminare i pericoli, come due piante molto belle -primule e stelle di natale- che però sono tossiche se vengono mangiate per errore. Significa badare alla temperatura di casa che non scenda troppo sotto i 20°C. E ancora … garantire spazi per lo sgambamento soprattutto dei quadrupedi (giardini o terrazze, o cantine e camere inutilizzate) e ovviamente spazi appositi per ospitare l’animale, la cuccia per il cane, un giaciglio morbido per il gatto, trespoli attrezzati per gli uccelli ecc.

Ostacoli e luoghi di riposo

Il luogo in cui l’animale consuma il suo pasto e le ciotole per l’acqua devono essere situati in angoli tranquilli, possibilmente all’ombra. Magari mettete più ciotole d’acqua nei vari angoli di casa così che l’animale, soprattutto d’estate, possa dissetarsi ovunque si trovi col minimo sforzo. Se ci sono dislivelli, come scale o rampe, di norma non è un problema perché gli animali domestici le usano volentieri anche come “metodo di sgambamento”.  In presenza di cuccioli, tuttavia, è meglio organizzare i loro spazi lontano dalle scale e lo stesso si dica per cani o gatti anziani, o con problemi di salute come certi disturbi alle ossa e alle articolazioni. VI RICORDIAMO INOLTRE che alcuni animali -come le tartarughe, i rettili e gli animali esotici- non sarebbero riconosciuti come animali domestici e quindi, oltre ad essere illegali, necessitano di ambienti particolari che spesso casa nostra non offre.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

HOMI 2017, tutto lo stile per la casa

E’ giunto alla sua VIII edizione “HOMI —Il Salone degli Stili di Vita” evento in ...

Condividi con un amico