Home » Ecologia » Dopo l’incidente della piattaforma Deepwater cresce il numero di delfini morti

Dopo l’incidente della piattaforma Deepwater cresce il numero di delfini morti

L’incidente avvenuto alla piattaforma Deepwater nel Golfo del Messico, esplosa il 20 aprile del 2010, sembra continuare a mietere vittime, nonostante sia passato già molto tempo, infatti, i delfini che vivono in questa zona stanno morendo ad un ritmo impressionante.

A lancia l’allarme sono stati alcuni scienziati dell’Institute of Marine Mammal Studies di Gulfport, nel Mississippi, che hanno osservato un aumento molto preoccupante di questo fenomeno rispetto agli anni precedenti, dal momento che hanno già ritrovato ben 20 cuccioli di delfini appena nati morti, o in qualche caso non ancora nati, quando la media in questo periodo è di massimo due.

Una cosa sconvolgente, che non può non far provare amarezza e anche un pò di rabbia, visto che si parla di tanti piccoli delfini innocenti a cui è stata sottratta la possibilità di vivere. Inoltre, se la situazione dovesse continuare in questo modo, questo dolce e splendido animale rischia di sparire completamente da queste acque.

Riguardo questa faccenda, il direttore dell’istituto, Moby Solangi, ha fatto sapere che, insieme al suo gruppo di ricerca, sta effettuando anche ulteriori analisi proprio per accertare il legame che c’è tra queste morti e l’incidente della piattaforma.

admin

x

Guarda anche

Spagna, cucciolo di delfino muore per lo stress provocato dai turisti

È davvero straziante la fine riservata ad dn cucciolo di delfino avvistato da alcuni turisti ...

Condividi con un amico