Home » Ecologia » Un libro per le “erbacce”

Un libro per le “erbacce”

Di solito le strappiamo e le bruciamo senza pietà. Le odiamo davvero tanto, le cosiddette “erbacce”, che si inseriscono ovunque e a volte tolgono nutrimento e vita alle nostre piante di casa. Eppure dovremmo imparare a guardarle con occhi nuovi, perché queste piante (che sono tante e hanno un loro fascino) sono dei veri e propri “eroi” e andrebbero ammirate! In Francia c’è chi lascia crescere l’ortica liberamente per farne decotti e fertilizzanti … ma senza arrivare a questi estremi, pensiamo solo a quelle piantine che crescono tra le mattonelle dei marciapiedi, sui cornicioni, sui muri, spaccando il cemento e l’asfalto!

Le piante eroiche che noi disprezziamo

Un adattamento invidiabile all’ambiente che si sublima nelle case e strade abbandonate, dove la natura ri “rimangia” l’opera dell’uomo. A queste eroiche piante, è dedicato il libro Verde clandestino di Balbiano, Balocco, Belletti, Gubetti, Selvaggi e Suppo (edizioni NEOS, disponibile anche su Amazon) che invita i cittadini a guardarsi intorno e a scoprire il “mondo delle erbacce” magari imparando a valutarle più positivamente rispetto al passato. Il libro è introdotto dallo scrittore Robert Macfarlane (autore di Luoghi Selvaggi) che aveva già affrontato un argomento simile nella sua Inghilterra. Ma il libro vuole anche essere una guida della “natura cittadina” che non è solo il viale di ficus o l’aiola di siepi ben curate del parco in centro. A volte, sui nostri muri, crescono capperi dai fiori stupendi, altre volte si pianta il semino di un germoglio raro. Noi li tiriamo via perché “erbacce” ma in realtà stiamo mancando di conoscere esseri viventi eccezionali, coraggiosi per certi versi. Non è da tutti abituarsi alle pietre, al cemento, al metallo e all’inquinamento feroce … loro ci riescono più di noi umani. Dovremmo prenderle ad esempio e non disprezzarle. Questo libro, forse, ce lo insegnerà.  (foto Rete8.it )

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

L’assalto degli insetti “extracomunitari”

Sta succedendo qualcosa, in Europa, e si tratta di un’invasione. No, non quella che pensate ...

Condividi con un amico