Home » Ecologia » Esiste un bruco che smaltisce la plastica

Esiste un bruco che smaltisce la plastica

Ci vogliono almeno 400 anni – se va bene- per smaltire la plastica che di fatto, oggi, galleggia in enormi isole alla deriva sugli oceani. Nei Paesi più attenti all’ambiente viene riciclata costantemente ma non si può trasformare in eterno! Ed ecco che arriva a puntino la scoperta, del tutto casuale, fatta dalla ricercatrice italiana  Federica Bertocchini, esperta di api in “prestito” allo CSIC (Istituto Spagnolo di Biomedicina e Biotecnologia della Cantabria).

Il parassita che digerisce plastica e cera

Durante uno studio su alcune larve di Tarma della Cera, la ricercatrice aveva poggiato i micro organismi appena nati su una superficie di plastica. Pochi istanti dopo questa era tutta buchi! Le larve avevano cominciato a nutrirsi mangiando letteralmente la plastica! Le Tarme della Cera sono un pericolo per le api perché sono dei parassiti che si insinuano negli alveari proprio in quanto ghiotte di cera. A quanto pare, tuttavia, non solo di quella! E per nostra fortuna. Una volta capita la situazione, la dottoressa Bertocchini si è messa in contatto con Paolo Bombelli e Christopher Howe, del dipartimento di Biochimica dell’Università di Cambridge, e così è stato pianificato il primo di una serie di interessanti esperimenti.
In 40 minuti, i vermetti già rosicchiano la superficie, dopo 12 ore hanno consumato già tutto!  Si sapeva che alcuni batteri erano in grado di smaltire la plastica ma solo in piccole quantità e solo in certe condizioni. Queste larve, invece, la divorano in fretta e la digeriscono… ed è questo l’elemento più importante per noi. Se si capisce cosa permette ai vermi di digerire la plastica si potrebbe estrapolare da loro o anche riprodurre in laboratorio e si otterrebbe così un prodotto in grado di eliminare ogni bottiglietta, piatto, bambola, sedia dalla faccia della terra, ripulendo discariche e isole ecologiche.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Come ricavare acqua dall’aria

L’idea è venuta agli svizzeri, sempre un passo avanti rispetto al resto del mondo. Un ...

Condividi con un amico