Home » Ecologia » Convento ecologico 2.0

Convento ecologico 2.0

Dimenticate “Il nome della Rosa” e quelle costruzioni gigantesche e tetre che spesso hanno caratterizzato il nostro medioevo. Oggi i conventi esistono ancora, ma si adattano alla modernità sia nel lavoro dei monaci che nelle architetture. Come quello che sorge in Inghilterra, a North York Moors, voluto dalle locali suore benedettine e finito di costruire nel 2015. Non è solo un “convento 2.0” per l’originale architettura che lo caratterizza ma soprattutto perché è assolutamente ecologico ed eco sostenibile.

Materiali naturali, riciclo acqua e prati sui tetti

Si legge sul sito del convento, che si chiama Stanbrook Abbey (www.stanbrookabbey.org.uk) che “da cristiane crediamo che Dio abbia posto l’uomo a bada del suo creato, perciò noi benedettine vogliamo trattare tutto quel che ci circonda come trattiamo il sacro” e per questo hanno preteso che la loro abbazia fosse aperta alle nuove politiche di energia pulita e sostenibile. Così troviamo i serbatoi della raccolta dell’acqua piovana, per risparmiare acqua e avere anche un notevole risparmio in termini economici; troviamo i pannelli solari per l’energia e i riscaldamenti; troviamo la caldaia alimentata con residui del legno per evitare di tagliare altri alberi. Tranne che per la facciata palesemente in cemento, gli interni dell’edificio sono tutti costruiti con materiali naturali locali, senza forzature né importazioni costose. I tetti sui quali crescono i prati hanno un naturale isolamento contro caldo e freddo. Infine, l’utilizzo di energia a basso consumo permette alle suore di svolgere le loro attività senza pesare troppo sul consumo di elettricità. La cosa di cui vanno però più fiere in assoluto sono i letti fatti di canna, leggeri ma allo stesso tempo resistenti e ricavati da un elemento che si trova in gran quantità e che permette loro di risparmiare la vita a tante foreste del mondo.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Il “mare vivo” di Alessandro Preziosi

E’ Alessandro Preziosi, noto attore di cinema e TV, il nuovo testimonial delle campagne per ...

Condividi con un amico