Home » Ecologia » Incendi: quando la colpa è di chi deve spegnerli

Incendi: quando la colpa è di chi deve spegnerli

Il sospetto è sempre aleggiato, in caso di incendi, sugli operatori del settore come guardie forestali, guardacaccia e perfino pompieri. Ma mai come ieri il sospetto si è trasformato in tragica realtà, quando la polizia di Ragusa ha arrestato 15 “vigili del fuoco volontari” operanti presso la stazione di Santa Croce Camerina … per intenderci, il comune dove sorge la casa sul mare del “Commissario Montalbano”. L’accusa è terribile: procurato incendio, oltre al danneggiamento del patrimonio boschivo.

Appiccavano il fuoco per lavorare di più

I volontari, è bene specificare, non sono vigili del fuoco professionisti ma appunto volontari che danno una mano a spegnere gli incendi supplendo alla carenza di personale ufficiale. Un corpo, questo, che hanno un po’ tutte le forze … anche i carabinieri e i bersaglieri … e che può contare sulla passione di persone che per vari motivi non possono fare quel mestiere ma che lo amano al punto da dedicarvi il tempo libero. E a Santa Croce Camerina, la “famosa squadra D” era la più richiesta in estate perché lavorava tantissimo! Purtroppo oggi sappiamo anche il perché. A quanto pare 15 di loro appiccavano gli incendi che poi andavano a spegnere subito dopo, creando così il mito di questo team sempre pronto sul posto, sempre sotto i riflettori.

Incendiavano da due anni

Dato che i volontari percepiscono rimborsi in base alle azioni alle quali partecipano, il sospetto che grava su questi pompieri siciliani è che creassero loro stessi le condizioni per lavorare e dunque che appiccassero o facessero appiccare il fuoco da amici fidati, per poi rispondere per primi alla segnalazione ed arrivare sempre sul posto per tempo. I sospetti della polizia si basano su intercettazioni telefoniche che risalgono addirittura al 2015, dunque questi incendi dolosi sono stati appiccati per due anni di seguito, quasi sempre in estate e in particolar modo quando le giornate di Scirocco o alte temperature favorivano le fiamme.  Molti degli arrestati, sotto interrogatorio, hanno già ammesso le proprie responsabilità.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

E adesso brucia anche il Polo Nord

Bruciano i ghiacci eterni … che forse tanto eterni non sono. Purtroppo non è un ...

Condividi con un amico