Home » Moda » Bata Tennis, Kris Ruhs reinterpreta l'iconica sneaker

Bata Tennis, Kris Ruhs reinterpreta l'iconica sneaker

Una reinterpretazione in chiave “artistica”: per il 25 anni dell’iconico concept store Italiano 10 Corso Como,  l’artista americano Kris Ruhs ha rivisitato la classica sneaker in canvas del brand Bata Tennis. Il logo di 10 Corso Como, disegnato dall’artista, è applicato sulla scarpa e sulla mascherina, dando così un divertente effetto optical. Bata Tennis è disponibile da settembre solo nell’esclusivo store Milanese. Bata è stata fondata da Tomas Bata nel 1894 nel paese di Zlin. Per realizzare il suo obiettivo di “scarpa umanitaria”, Bata sviluppò molte tecniche per la creazione di calzature e fu pioniere del capitalismo responsabile. Città-azienda chiamate “Batavilles”, che includevano immobili per dipendenti, scuole, e altri servizi, furono costruite in tutto il mondo quando la compagnia si espanse.

Bata aprì la sua fabbrica Batanagar vicino a Calcutta nel 1934 e per la prima volta lì realizzò la Bata Tennis nel 1936 per i bambini della scuola indiana, in modo che la potessero indossare durante le lezioni di educazione fisica. Negli anni, Bata ha venduto mezzo miliardo di Bata Tennis a persone di ogni estrazione sociale. La gamma Bata Tennis fu rilanciata a livello globale nel 2014. Come riferimento di alcuni tra gli elementi grafici disegnati all’epoca la “Tennisman” è stata riportata alla ribalta come la scarpa-icona.

admin

x

Guarda anche

Superga, ai piedi la saga di Star Wars

È la saga cult per tante generazioni, da quelle nate negli anni ’70 ai 18enni di ...

Condividi con un amico