Home » Motori » INFINITI experience a Parigi: aspettando la nuova Q60

INFINITI experience a Parigi: aspettando la nuova Q60

Anche quest’anno il salone internazionale dell’automobile di Parigi è terminato e questa edizione è stata caratterizzata da una folla di pubblico mai vista: oltre 1 milione di visitatori ha toccato con mano le diverse novità introdotte sul mercato, sintomo che il settore sta comunque iniziando una lenta ripresa. Come accade ormai da diverso tempo prendo parte a questa esperienza in compagnia di INFINITI, brand premium della giapponese Nissan e che quest’anno, all’interno degli ampi spazi espositivi, ha portato sostanzialmente tre grosse novità.

La nuova INFINITI Q60

La prima grande novità è la nuova INFINITI Q60, una coupè sportiva che avevo già avuto occasione di vedere in qualche foto spia pubblicata in rete e che finalmente ho avuto la fortuna di poter toccare con mano, seppur senza avere l’occasione di poterla guidare. Le prove per la stampa sono infatti previste per il mese di novembre, momento in cui potrò essere più preciso sull’esperienza di guida che comunque si preannuncia già elettrizzante. La coupé sportiva di INFINITI è infatti dotata di un propulsore che promette di regalare grandissime emozioni, grazie ai sei cilindri ed ai 400 cavalli.

L’auto si presenta più bassa e più larga rispetto alle precedenti coupé e questo conferisce un certo carattere alla parte anteriore. Il quadro tecnologico è completato dal motore V6 che si caratterizza per una grande potenza e per un peso contenuto. Il sistema di sospensioni digitali e l’ultima versione del Direct Adaptive Steering la renderanno una vettura sicuramente unica.

Temo tuttavia che le primissime prove su strada saranno fatte con il quattro cilindri benzina da 2 l che arriva comunque sviluppare ben 208 cavalli.

Il propulsore VC-Turbo

Un’altra novità di rilievo e presente nello stand INFINITI era il nuovo propulsore VC-Turbo: il primo motore al mondo dotato di compressione variabile e che promette di essere uno dei più avanzati motori a combustione interna che siano mai stati creati. La tecnologia a compressione variabile permette infatti di alzare oppure abbassare la corsa dei pistoni sulla base dello stile di guida individuale e scegliere quindi il rapporto di compressione più ideale. Questa specifica tecnica permette di variare il rapporto da 8:1 (valore tipico dei motori più performanti) fino a 14:1 (valore tipico per i motori ad alta efficienza).

Il risultato dei giapponesi è quindi quello di aver creato un motore con le prestazioni tipiche del benzina ma con una coppia ed una efficienza dei più avanzati diesel senza ovviamente avere livelli di emissione elevati. A dire degli ingegneri giapponesi sembra proprio che si tratti di un significativo salto in avanti e che l’arrivo della compressione variabile stabilirà nuovi benchmark di potenza, efficienza ed emissioni.

Al centro del salone c’era poi la bellissima QX Sport Inspiration: una magnifica espressione di design applicata al mondo dei SUV.

Prenotate anche voi un test drive. Sono certo che resterete colpiti dalla qualità della vettura.

Lo shooting della INFINITI Q30

infiniti-pms-0071

Aldilà del salone internazionale dell’automobile è stata una splendida occasione per visitare Parigi grazie al fatto che gli amici di INFINITI hanno messo a mia disposizione una vettura per fare qualche scatto all’interno della città. Nonostante non fossi molto pratico della capitale francese mi sono ritrovato in alcuni luoghi suggestivi che mi hanno permesso di inserire la vettura in contesti unici e di assoluto livello che mi hanno permesso di fare degli scatti a mio avviso in linea con la natura premium del brand INFINITI.

Da Montmartre alla Tour Eiffel passando per il bordo della Senna ed il ponte Pont de Bir-Hakeim: ogni momento è stato propizio per riprendere la splendida INFINITI Q30 che ho avuto a disposizione per le mie quarantott’ore parigine. Peccato per la pioggia che ahimè mi ha accompagnato la prima giornata!

 

admin

x

Guarda anche

Serata di Gala: alle premiazioni della decima stagione del Carrera Cup (e ho pure ricevuto un premio)

In una sera di gala all’insegna dell’amicizia, della cordialità e dello sport si è svolta ...

Condividi con un amico