Home » Motori » Hyundai IONIQ prova su strada – #IONIQday

Hyundai IONIQ prova su strada – #IONIQday

hyundai-ioniq-7
Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato il debutto della nuova Hyundai IONIQ, una vettura progettata sin da zero per ospitare tre differenti motorizzazioni elettriche e che avevo visto più volte in occasione dei diversi saloni internazionali ai quali ho partecipato. L’occasione di provarla su strada arriva durante la presentazione nazionale che si è svolta a Villa Erba qualche giorno fa e grazie alla generosa disponibilità dell’ufficio stampa ho avuto la possibilità di guidare la vettura per quasi una settimana. Hyundai IONIQ,  una vera alterativa nel mondo delle auto ibride Hyundai, che da tempo ha sviluppato una strategia volta allo…

IL NOSTRO GIUDIZIO:

Comfort - 9
Estetica - 9
Consumi - 10
Tecnologia - 8.5
Prestazioni - 7
Spazio a bordo - 10

8.9

punti

Conclusione : Promossa!

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato il debutto della nuova Hyundai IONIQ, una vettura progettata sin da zero per ospitare tre differenti motorizzazioni elettriche e che avevo visto più volte in occasione dei diversi saloni internazionali ai quali ho partecipato.

L’occasione di provarla su strada arriva durante la presentazione nazionale che si è svolta a Villa Erba qualche giorno fa e grazie alla generosa disponibilità dell’ufficio stampa ho avuto la possibilità di guidare la vettura per quasi una settimana.

Hyundai IONIQ,  una vera alterativa nel mondo delle auto ibride

Hyundai, che da tempo ha sviluppato una strategia volta allo sviluppo di auto eco-sostenibili, rende disponibile oggi una vettura dal design piacevole ma soprattutto ecologica e con un rapporto qualità prezzo assolutamente invidiabile.

Hyundai IONIQ (si pronuncia IONIC) è la prima auto di serie al mondo che consente al cliente di scegliere fra tre diverse motorizzazioni a zero oppure a basse emissioni: è disponibile infatti nelle versioni IONIQ ibrida, IONIQ ibrida plug-in e IONIQ elettrica.

La versione che ho avuto a disposizione è quella ibrida che dispone di un propulsore benzina 1.6 litri ad iniezione diretta in grado di erogare 105 CV che si accoppia ad un motore elettrico in grado di erogare 43.5 CV alimentato da una batteria con polimeri agli ioni di litio dalla capacità di 1.56 kW.

La prova su strada della Hyundai IONIQ Ibrida

Sin dall’esterno si riconosce la griglia anteriore a forma esagonale che caratterizza l’estetica di tutte le nuove vetture Hyundai e i fari Bi-xeno circolari, abbinati a luci di posizione a LED a forma di “C”, completano l’estetica del muso. Vista di lato sembra quasi una vettura coupé ed è chiaro il fatto che questa forma così particolare consenta alla vettura di raggiungere un coefficiente aerodinamico di soli 0,24, che la pone ai vertici della categoria. Minor attrito, minori consumi.

Entrando nell’abitacolo utilizzo i pulsanti per la regolazione elettrica del sedile per adeguare la seduta alla mia posizione di guida e aggiusto lo specchietto retrovisore (dotato di sistema antico abbagliamento) per vedere meglio nel posteriore. Mi sento a mio agio e sono contento che il sedile del pilota sia motorizzato.

Posiziono la chiave all’interno del vano porta oggetti e schiaccio il pulsante per l’avviamento del motore. Come nella maggior parte delle vetture ibride si illumina il quadro ma non si percepisce alcun rumore giacché la batteria da 1.56 kWh è sufficientemente carica per muovere la vettura.

La prima cosa che mi colpisce è l’autonomia residua: il computer di bordo dichiara 960 km. Sarà vero ?

Accelero dolcemente e muovo i primi passi all’interno di Villa Erba. Il piede delicato e la velocità moderata fanno sì che l’auto si muova solo ed esclusivamente in modalità elettrica così da non consumare carburante. L’auto ovviamente non è progettata per percorrere lunghi tratti in modalità solo elettrica e così appena schiaccio più a fondo l’acceleratore interviene il motore termico da 1.6 litri a ciclo di Atkinson per raggiungere la velocità da codice.

Mi imbatto immediatamente nella vicina autostrada, regolo il sistema per mantenere una velocità di 110 km/h e realizzo che l’auto è dotata di cruise control adattivo (SCC) e quindi al crescere del traffico diminuisce la velocità della mia vettura per tenere una distanza di sicurezza sufficiente dal veicolo che mi precede. Inizio a prendere contatto con la vettura ed attivo il sistema blind-spot detection che mi aiuta a tenere sott’occhio i punti ciechi e che in caso di sorpasso oppure rientro in carreggiata mi notifica la presenza di altre auto.

Attivo anche il sistema Lane Keeping Assist System (LKAS) che mi avverte nel momento in cui approccio la linea bianca: il sistema rileva se non sto procedendo dritto e dapprima emette un segnale acustico per poi introdurre una correzione che aiuta a riportare la vettura in sicurezza al centro della corsia di marcia.

Altra dotazione di fondamentale importanza è il sistema che prevede la frenata autonoma d’emergenza (AEB) che rileva le situazioni pericolose ed interviene attivamente frenando la vettura. Il radar anteriore, posto in prossimità del logo, comanda il sistema che interviene in tre fasi: nella fase iniziale avvisa il guidatore visivamente e acusticamente, successivamente controlla la frenata e in caso di imminente collisione applica la massima forza possibile alla frenata. Il sistema interviene anche nel caso in cui venga identificato un pedone a condizione che la velocità dell’auto superi i 10 km/h.

Ho terminato l’autostrada con una media di consumi davvero invidiabili grazie anche ad una media vicina ai 110 km/h ma mi chiedo se sarà in grado di tenere i consumi bassi anche in città. Approccio il traffico dell’ora di punta ed il motore termico che ho utilizzato per raggiungere i confini della città si spegne per lasciare spazio al motore elettrico che sposta la mia IONIQ nel traffico milanese. Occasionalmente i due motori lavorano in parallelo ed in occasione delle frenate aiuto la ricarica della batteria elettrica posizionata sotto i sedili posteriori. Il risultato del viaggio la pone in cima alla classifica delle automobili più parsimoniose che ho avuto l’opportunità di provare.

Un viaggio in compagnia di Hyundai IONIQ dal centro di Milano verso la periferia, oltre trenta minuti di guida in condizioni di traffico moderato.

L’opinione de LINGEGNERE sulla Hyundai IONIQ

Auro promossa a pieni voti e senza riserve. Perché ? Innanzitutto perché è una vettura esteticamente piacevole, altrettanto pratica e dal rapporto qualità prezzo francamente difficile da battere. E’ grande, è spaziosa ed ha un ottimo baule. Non lo dico per fare un favore all’ufficio stampa perché potrei anche dirvi che i coreani hanno iniziato a fare belle macchine solo da qualche anno a questa parte e che le precedenti generazioni di certo non incontravano i miei gusti. La Hyundai da qualche anno a questa parte ha iniziato a fare macchine belle e questo è già un ottimo punto di partenza.

Altro aspetto: i consumi. Nei cinque giorni di prova ho solo scalfito la lancetta del serbatoio e l’ho usata in lungo e in largo sia in città sia fuori città. Consumi molto ridotti grazie ovviamente al propulsore elettrico e sempre condizione di adattare lo stile di guida ad una vettura ibrida ma intanto mi tocca restituire la macchina con oltre mezzo serbatoio e questo non succede quasi mai. Altro punto a favore: la trasmissione. La maggior parte delle vetture ibride è dotata di trasmissione CVT (a variatore continuo) mentre in questo caso si utilizza il DCT6 che sembra sostanzialmente un cambio manuale ed evita il fastidioso “effetto scooter” che si percepisce nelle vetture dotate di cambio CVT.

La tecnologia a bordo è degna delle classi superiori ed i diversi sistemi di sicurezza ne fanno una vettura piacevole da guidare.

Last but not least: il prezzo. L’auto parte da € 21.650 ed avete in dotazione il sistema di avviso superamento involontario della corsia, lo Smart Cruise Control, la frenata autonoma in caso di emergenza, il climatizzatore automatico bi-zona e la retrocamera con assistenza al parcheggio e sensori acustici.

Se siete disposti ad aggiungere 2.000 euro potete optare per la versione COMFORT che vi fa portare a casa i cerchi in lega da 17 pollici, i fari anteriori bi-xeno, le luci posteriori a LED ed il sistema che permette di avviare la vettura tenendo la chiave in tasca.

Il top di gamma è rappresentato dalla versione STYLE che oltre quanto indicato in precedenza ha i sensori di parcheggio anteriori, il blind spot detection ed il sistema di navigazione con display da 8 pollici con retrocamera e sistema audio “Infinity Sound System”.

Ciliegina sulla torta i soliti 5 anni di garanzia a chilometraggio illimitato ed 8 anni di garanzia (0 200.000 km) per le batterie. Il servizio Tom Tom Live è gratuito per 7 anni.

Foto della Hyundai IONIQ

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato il debutto della nuova Hyundai IONIQ, una vettura progettata sin da zero per ospitare tre differenti motorizzazioni elettriche e che avevo visto più volte in occasione dei diversi saloni internazionali ai quali ho partecipato. L’occasione di provarla su strada arriva durante la presentazione nazionale che si è svolta a Villa Erba qualche giorno fa e grazie alla generosa disponibilità dell’ufficio stampa ho avuto la possibilità di guidare la vettura per quasi una settimana. Hyundai IONIQ,  una vera alterativa nel mondo delle auto ibride Hyundai, che da tempo ha sviluppato una strategia volta allo…

IL NOSTRO GIUDIZIO:

Comfort - 9
Estetica - 9
Consumi - 10
Tecnologia - 8.5
Prestazioni - 7
Spazio a bordo - 10

8.9

punti

Conclusione : Promossa!

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

HyperFocal: 0

Auto elettrica e realtà virtuale: la nuova era di Jaguar con la I-PACE

Entra nel mondo dei sistemi elettrici Jaguar, che ha presentato un nuovo concept utilizzando le ...

Condividi con un amico