Home » Motori » Husqvarna SMQ: il racconto di una special

Husqvarna SMQ: il racconto di una special

dsc07761

Non possiamo, non dobbiamo, non vogliamo piacere a tutti

Una special, una vera Special non deve e non può piacere a tutti.

dsc07773Questo è il presupposto per concepire una moto personalizzata: lo dice la parola stessa, la moto deve essere pensata e fatta sulla persona. Se fosse fatta per piacere a tutti, sarebbe una moto di serie e sappiamo che, spesso, i progettisti delle case fanno una media delle preferenze dei clienti, attenuano le caratteristiche della moto e smorzano il carattere del progetto. La special invece abbraccia completamente l’idea del customizer, “chissenefrega” se non piacerà a tutti, ma almeno la sua natura è salva.

dsc07768Alcuni dicono che il bello delle special sono proprio i difetti, io non ci credo. Il mercato si è evoluto negli anni, passando da poche ed estreme custom, si chiamavano così qualche anno fa, solo su base H-D e piene di bellissimi difetti, a fruibili special per girare comodamente in città.

Nessuno vuole le macchie di olio addosso o scalciare sul kick la mattina presto.

dsc07761Il bello delle special è che ci coinvolgono nell’infinito gioco tra apparenza e sostanza, dove ciò che ci piace non è bello, ma va forte. Dove una soluzione tecnica retrò va sfoggiata come l’anello del superbowl, dove il colpo di genio magari ti costringe a stare scomodo in sella.

Il bello delle special è che ci coinvolgono nell’infinito gioco tra apparenza e sostanza, dove ciò che ci piace non è bello, ma va forte. Dove una soluzione tecnica retrò va sfoggiata come l’anello del superbowl, dove il colpo di genio magari ti costringe a stare scomodo in sella.

dsc07746

Quello stesso gioco ha portato due amici a discutere riguardo un serbatoio viola anni ’70. La discussione è terminata quando hanno finito la SMQ: l’Husqvarna qui presentata. Il mio compito è farvi capire perché mi piace.

La SMQ mi piace perché cita un mito come Steve McQueen, cita lo spirito con cui viveva le sue moto, lui l’Husqvarna ce l’aveva. Qualcosa difficile da comprendere oggi.

dsc07733Una targa in ottone applicata al lato del telaio anteriore scherza: “I wish I had this bike!” firmato Steve McQueen. Questa è la prima creazione di Tomas Del Campo da sempre immerso nel mondo delle due ruote: restauratore ed esperto di Vespa, preparatore per i famosi scooter Honda GP/SC/ZX, collezionista di Husaberg.

dsc07732Bisogna saperne di enduro per iniziare un progetto del genere: una supermotard dall’aspetto vintage che riesce a fondere quell’anima da scavezzacollo con la praticità di una moto usabile tutti i giorni. Mai piaciuta la parola “usabile” ma la SMQ ti porta in ufficio, al bar e a casa dei genitori della tua ragazza senza problemi.

Anche su una ruota sola.

Si perché Del Campo e il socio hanno scelto una moto che potesse garantire delle prestazioni serie, la moto di partenza è infatti una 510 SMR che ti fa venire il ghigno infame, quando al semaforo arriva una BMW con la R moscia.

dsc07709È il serbatoio viola in stile Husky 390 del ’76 l’elemento che dà maggiormente il carattere vintage, sì, perché un tempo andava il viola sulle moto.

È lo stesso serbatoio secco secco che ha costretto Del Campo e socio a ripensare la disposizione del radiatore. Grazie ancora serbatoio.

dsc07726I fianchetti ricoperti di pelle con i bottoni a clip che richiamano il “grembiule” degli Zundapp e il fanale tipo Gori sono come una forbita citazione per chi ama le classiche enduro.

Semplice e comoda la sella creata su misura, abbinata al manubrio cromato permette una posizione di guida ottimale anche per chi si muove avanti e indietro per distribuire il peso.

Bello anche scoprire i dettagli come la bizzarra chiave di accensione laterale o i parapolvere per le leve.

Lo scarico omologato CE è un anacronismo per gli anni ’70, lo so, ma è tanto comodo quando ti ferma la Polstrada perché hai esagerato col gas. Del Campo e socio hanno infatti mantenuto la moto “a libretto” per poter aver in mano un mezzo poco convenzionale, molto performante, totalmente street legal.

dsc07708

dsc07665Non posso nascondere che a me la SMQ piace molto e se vi capiterà di guidare una moto del genere fatemi sapere come si fa a rimanere distaccati, a dare un giudizio oggettivo, a valutare solo gli aspetti tecnici.

Dimenticavo, a me piace anche perché sono il socio di Del Campo.

Pier Giuseppe Gonni

 

Galleria fotografica con tutte le foto relative a questa special

admin

x

Guarda anche

stilopolis_img_20161126_192714

Serata di Gala: alle premiazioni della decima stagione del Carrera Cup (e ho pure ricevuto un premio)

In una sera di gala all’insegna dell’amicizia, della cordialità e dello sport si è svolta ...

Condividi con un amico