Home » Motori » [EICMA] Moto Morini: personalizzate sì, ma sempre in regola

[EICMA] Moto Morini: personalizzate sì, ma sempre in regola

Il rischio, quando si parla di personalizzare la propria due ruote, è quello di fuoriuscire dai canoni del lecito. Un rischio che non si corre, quando si tratta di Moto Morini. Nasce per questo Moto Morini One-Off, il catalogo di accessori che estende le possibilità di personalizzazione con un vantaggio determinante: le fuoriserie realizzate da Moto Morini One-Off sono omologate, dunque in regola con le norme. La nascita di questo dipartimento segue la tendenza del mercato moto che chiede veicoli sempre più distintivi e personali. Coniugare le esigenze estetiche con l’osservanza del Codice della Strada è infatti una priorità: in molti Paesi – Italia compresa – il mancato rispetto delle regole può comportare sanzioni pesanti e l’impossibilità di guidare la propria moto su strada. E, nel caso di alcuni interventi che non consentono di riportare il mezzo allo stato originale, ci si ritrova con un veicolo inutilizzabile. Grazie all’auto dei tecnici e designer Moto Morini, che si avvalgono anche del supporto esterno di artigiani specializzati, si può ridisegnare la moto scelta e farla realizzare secondo le specifiche desiderate. Il personale del dipartimento One-Off accompagna in questo percorso, consentendo di creare la propria moto senza perdere le caratteristiche di guidabilità e, prima della consegna al cliente, si provvede ad una nuova omologazione del mezzo.

Ecco la prima Moto Morini personalizzata e omologata

mmscrambler-special

È una Scrambler 1200 il primo esemplare uscito dal dipartimento One-Off è una ridisegnata secondo i gusti del suo proprietario (esposta nello stand Moto Morini ad Eicma). Una grafica unica dallo stile mimetico ma tagliente, un nuovo cupolino realizzato a mano in alluminio spazzolato, l’impianto di scarico rivestito in ceramica nera, telaio in tinta con le grafiche su serbatoio e fianchetti, manubrio in stile “drag bar”, monoammortizzatore posteriore Mupo con molla bianca, parafango anteriore minimale, nuovo impianto frenante anteriore Brembo con pinza ad attacco radiale, pneumatici tassellati Continental, portatarga e specchietti “bar-end”. Inoltre, sono stati montati accessori scelti dal catalogo Rizoma, azienda con cui Moto Morini ha instaurato una collaborazione per offrire ai propri Clienti componenti marchiate con lo storico logo dell’Aquila. Tutto omologato. Per rendere ancora più unica questa Scrambler 1200 special, il proprietario ha voluto sul lato sinistro del serbatoio lo storico logo del Corsarino che fregiava alcune Morini degli anni Sessanta e Settanta.

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda anche

Tom Tom Vio, il primo navigatore per scooter

Primo e unico, nel suo genere: colorato, minimal, con un design circolare. È Tom Tom ...

Condividi con un amico