Home » Motori » Nuova Toyota Yaris, la compatta di successo si rifà il look [Salone di Ginevra]

Nuova Toyota Yaris, la compatta di successo si rifà il look [Salone di Ginevra]

Nuovo design, nuovi equipaggiamenti e livelli di maneggevolezza e sicurezza senza precedenti: punta a nuovi traguardi Toyota Yaris con il Model Year 2017: una compatta di razza che nasce dall’esperienza e dalla capacità ingegneristica che Toyota ha messo a punto grazie alla sua grandiosa storia negli sport motoristici. Dal 2011, anno del lancio della terza generazione, Yaris ha costantemente incrementato la propria quota all’interno del segmento B in Europa Occidentale, superando il 6,5% con oltre 208.000 unità vendute nel 2016.

Sarà per l’aspetto gradevole, sarà per il costo accessibile ma sarà anche per l’indubbio vantaggio del sistema ibrido Toyota che è figlio appunto del WEC. Onestamente poco fa ho avuto modo di guidare la sorella maggiore C-HR e ho dimostrato quanto poco possa consumare in città. Mi piacerebbe ripetere la prova con questa, magari in occasione della prova su strada dei prossimi mesi.

Per lo sviluppo della nuova Yaris, Toyota ha delegato gran parte delle responsabilità all’area europea, una scelta dovuta prevalentemente alla rilevanza del segmento B nel Vecchio Continente. Questa è la prima volta che gli affinamenti apportati in Europa verranno adottati anche sulla sorella della Yaris, la Toyota Vitz, che viene invece fabbricata in Giappone. Il programma da 90 milioni di Euro vede l’introduzione di oltre 900 nuovi componenti studiati per migliorare il design, la performance e la sicurezza della vettura. Il nuovo look, che porta con se significativi cambiamenti all’anteriore e al posteriore, è stato realizzato dallo studio di design Toyota ED2 con sede nel Sud della Francia.

In Europa, è spesso il design a guidare l’acquisto. Così il look della nuova Yaris si fa più dinamico ed allo stesso tempo più elegante grazie a un’architettura maggiormente tridimensionale, enfatizzando le linee orizzontali per riuscire ad abbassare il baricentro e conferire una maggiore presenza su strada. Paraurti con sezioni ampie che si abbassano dai gruppi ottici andando ad avvolgere la griglia trapezoidale: la semplificazione dell’area attorno al logo Toyota aiuta infine a massimizzare l’impatto dinamico della vettura così come è stata affinata la griglia, con uno schema a nido d’ape per gli allestimenti Trend e un design orizzontale scanalato per gli altri. Ridisegnati i fendinebbia con alloggiamenti più compatti e una scanalatura verticale che “disegna” i margini del paraurti.

Il profilo della nuova Yaris è stato disegnato per suggerire immediatamente grande dinamismo ed enfatizzare la linea di cintura che taglia la vettura dal frontale al posteriore, dove il nuovo portellone e i nuovi gruppi ottici contribuiscono a sottolinearne le forme slanciate. Tre i cerchi disponibili: in acciaio da 15” per l’allestimento Active con la possibilità di scegliere un multi-razza in lega da 15”, in lega da 16” per l’alto di gamma con disegni differenti a seconda delle versioni.

Al posteriore il nuovo design del portellone lascia spazio all’estensione orizzontale dei gruppi ottici, che conferiscono maggiore eleganza al corpo vettura, grazie anche ai LED che ne disegnano il profilo (disponibili di serie sulla versione ibrida). Le linee frontali vengono riprese al posterioregrazie al nuovo design del paraurti, le cui linee si ricollegano al portellone e contribuiscono a suggerire l’idea di un baricentro ribassato e di una maggiore presenza su strada. Dieci i colori esterni disponibili, due dei quali completamente nuovi: Nebula Blue Met. e Red Mica.

Gli aggiornamenti all’abitacolo puntano a rinfrescarne la personalità e renderlo più moderno, con l’introduzione di nuove tappezzerie, colori, dettagli e nuovi controlli, in grado di assicurare il massimo dell’ergonomia. Il quadro strumenti alloggia i diversi comandi su due quadranti analogici posizionati ai lati del display multi-informazioni a colori da 4,2 pollici, disponibile di serie a partire dall’allestimento Active. Il volante sfoggia un look tutto nuovo con l’adozione di inserti Piano Black (dall’allestimento Active in poi). Spiccano l’illuminazione Cool Blue dei comandi e la forma più slanciata del display multimediale e dei controlli sulla consolle centrale, inclusi i nuovi comandi, più semplici tanto nel look quanto nel funzionamento.

Gli allestimenti d’ingresso coniugano inserti grigi sul pannello strumenti con un effetto ‘pied de poule’ nero sulla parte centrale dello schienale e sull’imbottitura. Il nuovo allestimento Active sfoggia invece un tessuto su scala di grigi con un morbido rivestimento striato. Per le versioni Trend sono stati scelti interni esclusivi e coordinati con gli esterni: inizialmente verrà commercializzato solo il Blue con Blue/Black, in seguito verranno introdotti anche gli abbinamenti Warm Grey con Platinum/ Black e Black con White/Black. I colori sono coordinati con gli inserti sul pannello strumenti e sulle portiere, oltre a quelli sullo schienale, sui margini e sull’imbottitura dei sedili.

Non vedo l’ora di provarla.

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Dipendenza da smartphone, vittime soprattutto le donne

La dipendenza da smartphone miete vittime soprattutto tra le donne. A sostenerlo è una ricerca ...

Condividi con un amico