Home » Motori » Fiat 500L: la piccola grande auto va alla conquista del segmento [PROVA SU STRADA]

Fiat 500L: la piccola grande auto va alla conquista del segmento [PROVA SU STRADA]

Quando gli amici di FIAT mi hanno mandato l’invito per partecipare alla prova su strada della Nuova FIAT 500L non ho potuto rinunciare. FIAT 500L è da tempo una vettura che domina il segmento e i dati di vendita non fanno che confermare il successo dell’auto torinese. Io, nel mio piccolo, dopo aver guidato la 500, la 500x e la 500L ero proprio curioso di vedere le novità di questa versione che contiene ben il 40% di pezzi nuovi rispetto alla precedente versione.

Nuova FIAT 500L MY 2017

La nuova FIAT 500L si presenta al mercato in tre diverse versioni, ognuna delle quali strizza l’occhio ad una fetta di consumatori ben specifica. La versione 500L Urban dall’anima urbana che punta a dominare la città, la 500L Wagon più lunga e con sette posti che strizza l’occhio alla famiglia e la versione CROSS che si presta per tutti coloro i quali desiderano spazio, praticità ed una vettura con la quale affrontare un leggero fuoristrada.

Come si presenta la nuova FIAT 500L

Partendo ad analizzare gli esterni non posso fare a meno di notare che la parte anteriore ha subito un forte restyling e che il richiamo alla versione storica è molto evidente specie nella zona del baffo. L’auto, vista da lontano, sembra sorridere.

Ai lati del frontale troviamo le luci che compongono la firma ottica di FIAT: due fari LED a che disegnano uno “ZERO”. Elemento distintivo della versione CROSS, a mia disposizione, è la sottoscocca in plastica che oltre ad avere un chiaro effetto estetico ha funzione di proteggere il motore da eventuali sassi o pietre che dovessero colpire la zona sensibile del motore. La vista laterale mette in luce l’uso della plastica come elemento protettivo ed è ora evidente l’altezza maggiorata di 25 mm rispetto alle altre versioni e che permette a questo specifico modello di affrontare un fuoristrada leggero, anche grazie all’uso di uno pneumatico specifico. Mi piacciono molto i cerchi neri diamantati con le pinze a contrasto: sono un tocco di stile che caratterizza molto l’esterno.

Il posteriore vede la presenza di un riparo sottoscocca e una piccola telecamera inserita discretamente all’interno del logo 500.

Gli interni sono caratterizzati da un’organizzazione omogenea degli elementi e il display centrale, che contiene il sistema di navigazione, è ora posto in posizione più favorevole sia per il conducente sia per il passeggero. La seduta posteriore, regolabile in profondità, è rialzata rispetto ai sedili anteriori e stare seduti dietro permette un pieno controllo sulla strada ed una buona visibilità di pilota e passeggero.

Sedendosi al posto di guida si ha un’ottima visione del quadro strumenti anche grazie al fatto che il volante è stato ridimensionato rispetto alla versione precedente. La strumentazione è composta da tachimetro, contagiri e da un display centrale TFT che riassume i classici elementi del computer di bordo. Spostando lo sguardo sulla destra si nota il sistema di infotainment sotto il quale vi sono i controlli dell’aria condizionata ed il selettore della modalità di guida di cui parleremo tra poco.

 

Il sistema Uconnect di FIAT

Al centro della vettura trova spazio il nuovo sistema di infotainment Uconnect HD live con display touchscreen capacitivo da 7 pollici. L’esperienza d’uso è molto simile ad un tablet ed il sistema di navigazione si riesce a districare bene anche in caso di ricerche onerose. Degna di menzione è la doverosa compatibilità con Apple Car Play ed Android Auto per utilizzare le funzioni dello smartphone anche all’interno della vettura.

Il sistema di controllo di trazione della Fiat 500L versione CROSS

La versione CROSS, più alta di 25mm e dotata di elementi estetici e funzionali è un vero e proprio crossover cittadino che incorpora anche alcune mappature specifiche della centralina che possono essere utilizzate nel fuoristrada. Vi si accede attraverso il Mode Selector, un dispositivo di controllo in tre posizioni che è posto sotto i comandi del climatizzatore.

Ruotando l’apposita manopola è possibile scegliere tra Normal, Traction+ e Gravity Control. La prima è la funzione predefinita, ed è mirata a una guida confortevole e sicura in condizioni normali. La seconda, che si può attivare al di sotto dei 30 km/h, facilita la partenza su percorsi scivolosi a causa di neve, ghiaccio o fango e distribuisce la coppia sull’asse anteriore in modo ottimale, frenando la ruota con minor presa sul terreno e trasferendo la coppia sulla ruota con la maggiore aderenza. La terza modalità consente di mantenere una velocità costante guidando lungo una discesa a elevata pendenza e si può abilitare se la funzione Traction+ è attiva. Nulla di estremo, si intende, ma la presenza rassicura tutti coloro i quali vogliono avventurarsi in contesti a ridotta trazione.

Come va la nuova FIAT 500L

Salito a bordo non ho potuto fare a meno di apprezzare che hanno finalmente spostato il cambio in una posizione più favorevole: vi sembrerà poco ma ho sempre amato poco la posizione di guida della precedente FIAT 500L ed ora tutto mi sembra più ergonomico, compreso il sistema di infotainment. Il motore a mia disposizione era il diesel da 120 CV e non vi nascondo che il tiro, specie agli alti, è molto evidente. Ottimo lo spazio interno sia per le persone sia per gli oggetti: dalle portiere dotate di diversi porta oggetti ai piccoli spazi per portafogli, smartphone e oggetti di varia natura.

Il comparto relativo alla sicurezza è arricchito dal sistema Autonomous City Brake che aiuta il conducente nel caso in cui rilevasse veicoli a rischio collisione ed il comportamento della versione CROSS nel fuoristrada è stato assolutamente dignitoso.

In definitiva la FIAT 500L è una conferma rispetto alla versione precedente con l’aggiunta degli elementi di sicurezza, tecnologia ed estetica che ne faranno un’auto di sicuro successo.

Nota da menzionare: MOPAR, azienda leader nel settore degli accessori per auto, propone una linea di ben 92 prodotti che esaltano la versatilità della vettura: portabici, porta surf, portasci e box, che possono essere facilmente installati sulle barre porta tutto e permettono di portare sempre con sé i propri hobby ma anche reti e cargo organizer ed un pratico telo per i nostri amici animali.

 

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Ti amo 500: auto e make-up uniti nel segno del…colore

Un fil rouge tra il mondo automobilistico e quello del make-up. Sembra difficile da immaginare ...

Condividi con un amico