Home » Motori » Panamera Sport Turismo: il lusso e la sportività abbracciano la famiglia

Panamera Sport Turismo: il lusso e la sportività abbracciano la famiglia

Nel corso degli ultimi anni Porsche ha sempre più ampliato il catalogo di prodotti offerti alla propria clientela ed in particolare ha sviluppato attenzione nei confronti di coloro i quali hanno bisogno di spazio senza rinunciare al massimo piacere di guida.

Con questa versione, ibrido tra familiare e coupé, si è concentrata su coloro i quali vogliono disporre di ampia capacità di carico con la classica sportività che caratterizza le auto di Zuffenhausen. È proprio per coniugare questi due elementi che nasce la nuova Panamera Sport Turismo: un’auto già vista in passato come concept car e che probabilmente farà storcere il naso ad alcuni puristi del marchio ma che nel contempo è caratterizzata da tutti gli elementi tipici di Porsche: tecnologia, stile e sportività con quel pizzico di innovazione dato dalla forma shooting brake che tanto sta andando di moda negli ultimi anni. Ancora una volta Porsche riesce a innovare, senza stravolgere.

Partendo dagli aspetti tecnologici contenuti all’interno del veicolo non si può fare a meno di notare l’importante salto in avanti compiuto dal sistema di infotainment Porsche Advanced Cockpit. Al centro della vettura domina la scena un immenso display touch da 12 pollici che comanda la maggior parte delle funzioni del veicolo e che rappresenta di fatto lo stato dell’arte della tecnologia di bordo. Sempre in tema di interni l’auto è caratterizzata da un’eleganza e una classe ai vertici della categoria e non oso immaginare quali potrebbero essere le emozioni che proverei nel guidarla nel mio quotidiano.

Nella parte posteriore gli ingegneri hanno creato una configurazione dei sedili 2+1 che permette quindi di portare una terza persona. Certo il tunnel centrale è un ostacolo ma il quinto posto è ovviamente pensato per tratti brevi e rappresenta di fatto un’opzione che pochi andranno ad usare in concreto nel quotidiano.

Gli aspetti maggiormente evidenti ad occhio nudo riguardano tuttavia l’aerodinamica che è radicalmente diversa rispetto a tutte le altre vetture presenti a catalogo. Per la prima volta in una vettura Porsche troviamo uno spolier posto in corrispondenza del tetto e questa scelta si è resa necessaria per via del fatto che il posteriore spiovente rischia di non venir nemmeno toccato dal flusso aerodinamico.

L’inclinazione dello spoiler è di tipo dinamico e varia in funzione della situazione di guida e delle impostazioni della vettura incrementando la deportanza all’asse posteriore di un massimo di cinquanta chili.

In condizioni di marcia ordinarie fino alla velocità di 170 km/h lo spoiler non compie alcuna funzione così da mantenere l’aerodinamica filante e a basso attrito. Oltre 170 km/h chilometri orari lo spoiler si inclina migliorando la stabilità di guida e la dinamica trasversale. Alle velocità prossime a quella massima si ritrae nuovamente per ridurre al minimo l’impatto aerodinamico.

Nelle modalità sport e sport plus lo spoiler ha invece una funzione più dinamica e interviene attivamente già a 90 km/h.

Le dimensioni importanti di 5,049m di lunghezza e 1,937m di larghezza portano ad avere una capacità di carico di 520 litri che diventano 1.390 con i sedili abbattuti.

Porsche è poi sicurezza attiva e passiva e grazie all’introduzione di ulteriori centraline di bordo è possibile tenere sotto controllo numerose situazioni che nel passato venino lasciate in capo al conducente che oggi può tranquillamente guidare un po’ più rilassato. Ad esempio pedoni e animali di grossa taglia vengono identificati grazie ad una termocamera in grado di ‘vedere’ fino a quattrocento metri.

La nuova Panamera Sport Turismo è ovviamente già ordinabile, nel tipico stile Porsche che permette di ordinare le vetture direttamente al momento della presentazione e sarà nei concessionari italiani a partire da ottobre. Il prezzo ripartenza non è nemmeno così esorbitante e parte da 101.500 euro per la Panamera 4, 116.158 euro per la E-Hybrid, 124.560 euro per la 4S, 128.586 euro per la 4S Diesel e 164.088 euro per la Turbo da ben 550CV. Quest’ultima versione sarà disponibile un po’ più avanti.

Guarda la galleria di immagini

 

 

 

 

 

 

 

Alessio

Ingegnere (anche conosciuto come LINGEGNERE, tutto attaccato) da sempre appassionato di fotografia applica il suo talento a vari settori quali le automobili, le moto ed il turismo. Viaggiatore seriale sempre in bilico tra due mondi: quello serio fatto dalla giacca e dalla cravatta e quello più leggero, fatto dall'avventura zaino in spalla. Cercate i suoi lavori, seguitelo sui social.
x

Guarda anche

Karlie Kloss per Stella McCartney e Adidas

Karlie Kloss ancora una volta testimonial Stella McCartney. La bellissima modella è infatti la protagonista ...

Condividi con un amico