Home » Notizie » Fermato baby-kamikaze a Kirkuk, il fratello si era fatto esplodere poco prima

Fermato baby-kamikaze a Kirkuk, il fratello si era fatto esplodere poco prima

terrorismo

Arrestato a Kirkuk, in Iraq, un ragazzino che aveva un giubbotto esplosivo nascosto sotto la maglia di Messi con il numero 10, fermato prima che si facesse esplodere e potesse compiere una strage, mentre, il fratello poco prima si era fatto esplodere di fronte a una moschea nel quartiere Wasit della stessa Kirkuk ferendo due persone. Il ragazzo arrestato ha 15 anni ed è originario di Mosul, ha raccontato agli agenti che lui e suo fratello sono stati addestrati e incoraggiati dal padre a farsi esplodere e di essere stato rapito, sedato e costretto a compiere un attentato suicida, mentre del fratello che si è fatto saltare in aria non si conosce l’età.  Adolescenti utilizzati come bombe umane, si tratterebbe di una nuova strategia, in modo da poter sfuggire ai controlli. Il due fratelli di Mosul non rappresenterebbero un caso isolato, infatti, sabato, nella città turca di Gaziantep, un baby-kamikaze avrebbe ucciso 54 persone.

admin

x

Guarda anche

Tunisia arrestati migranti

Tunisia: arrestato presunto terrorista insieme ad altri migranti, erano diretti in Italia

Ricercato, arrestato in Tunisia, si stava imbarcando clandestinamente in Italia. Catturato con altre cinque persone, ...

Condividi con un amico