Home » Casa » Viva il monolocale del Duemila

Viva il monolocale del Duemila

mono-loc

Sempre più single, sempre più dinamici, sempre più elastici. Se il quadro del lavoratore medio italiano è questo, non c’è da stupirsi se negli ultimi cinque anni il mercato immobiliare soprattutto nelle grandi città punta sempre più a monolocali e bilocali. Un tempo vivere in un monolocale era quantomeno da “sfigati”, si immaginavano dei buchi senza luce né storia. Oggi è molto diverso.

Lunga vita al monolocale!

Intanto, i monolocali moderni sono progettati da professionisti esperti e non misurano mai meno di 40 mq. Grande ruolo è dato alla luce e all’illuminazione, con finestre protagoniste così come i lucernari o le pareti trasparenti. Poi basta imparare qualche trucchetto … come la vernice bianca che moltiplica l’effetto luce e fa sembrare il locale più grande, o gli specchi a parete, o ancora gli angolini morti sotto le scale o tra un mobile e l’altro che diventano salvaspazio ed ecco che anche una intera esistenza può vivere bene in pochi metri.  In città grandi come Milano il monolocale oggi costituisce il 17% delle vendite in centro, mentre cala nelle periferie. Il costo medio si aggira sui 6.000 Euro a metro quadro e i clienti potenziali sono giovani (30-40 anni) liberi professionisti o impiegati statali.

Stesso discorso a Roma, sebbene qui anche le periferie muovano il mercato del monolocale e i prezzi cambiano un po’ (circa 4.000 Euro a mq in periferia , oltre i 6.000 Euro in centro). Anche qui i clienti potenziali sono single senza legami e con un lavoro sicuro.  In maggioranza il cliente del monolocale è un uomo ma anche le donne indipendenti stanno aumentando, fornendo quindi nuova spinta alle vendite e affitti dei monolocali. Il monolocale è anche una bella sfida per giovani architetti e designers, sempre più impegnati a dare il massimo comfort nel minimo spazio. All’estero questa sfida è talmente avanti che a Parigi o in Giappone si progettano mini-case grandi appena 25 mq! Ma alla fine … chi lo dice che vivere in una stanza è da “sfigati”?

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

piccola-mansarda

Come trasformare lo spazio sotto il tetto in abitazione

Premesso che il sottotetto sia predisposto alla abitabilità, ovvero che sia stato progettato per accogliere ...

Condividi con un amico