Home » Casa » Una base per casa

Una base per casa

Possibile trovare un nido di pace in una struttura nata per fare la guerra? Possibile eccome, ci dimostra il progetto architettonico che HAO Design ha portato a termine a Taiwan. Qui per quasi settant’anni ha vissuto nell’abbandono una ex base militare della II Guerra Mondiale, finché i nuovi proprietari del terreno su cui sorgeva, invece di farla abbattere, hanno deciso di darle una nuova vita.

Colori, ecologia e allegria

Gli edifici erano stati costruiti dagli occupanti giapponesi per controllare il territorio, poi a fine guerra abbandonati e dimenticati. L’idea dello studio HAO è stata quella di riutilizzare proprio i materiali trovati sul posto, facendo rinascere l’antica base dalle proprie “ceneri” in una dimensione nuova e meno cruenta. Oltre ai materiali locali, il resto della struttura è stata completata con materie riciclabili ed ecocompatibili. Tutto sorge intorno allo spazio centrale che un tempo era un cortile per le adunate e oggi è il giardino interno della casa. Riempito di piante tropicali, aiole e spazi di relax, fa davvero dimenticare le sue origini!

 

Il grigio spento della base militare è stato riconvertito grazie a nuovi materiali, nuovi arredi e vernici in una esplosione di colore. Dentro, lo stile è rimasto giapponese con pannelli scorrevoli di legno e carta di riso, tappeti a coprire i pavimenti e finestre dai colori pastello. La veranda e il tetto mantengono lo stile rustico e un po’ rigido del mondo militare ma sono abbelliti da piante, colori e lampade allegre. Perfino il tavolo da lavoro è giallo oro, splendente come il sole.  La porta rossa del garage, il baule di legno e il simpatico elemento Lego presenti nel cortile interno snaturano definitivamente ogni triste ricordo di questa ex base a guerra!

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Come aiutare i terremotati con il “design del vetro”

E’ stata inaugurata sabato 3 dicembre “Sogni di vetro, quarant’anni di FIAM Italia” . Siamo a ...

Condividi con un amico