Home » Notizie » Cosa fare in caso di terremoto: in casa ed in ufficio.

Cosa fare in caso di terremoto: in casa ed in ufficio.

terremoto-regole

L’Italia è un Paese sismico, che nasce dallo scontro di più faglie tettoniche. I terremoti hanno formato questa penisola e ci saranno sempre, inutile farsi illusioni è quindi importante sapere cosa fare in caso di terremoto sia che ci si trovi a casa sia che ci si trovi in ufficio. La scienza non riesce ancora a prevederli e dunque non ci sono soluzioni universali per scampare se non … usare il cervello ed un pizzico di prudenza. Prima di tutto si dovrebbe usare il cervello nell’edilizia, cominciando FINALMENTE ad applicare le norme antisismiche che spesso possono salvare la vita. In secondo luogo, si deve usare il cervello nel momento della scossa, per evitare che il panico ci spinga a fare le cose sbagliate perchè a dirla tutta un modo universale per comportarsi in caso di terremoto non esiste: va sempre applicato il buon senso.

Cosa fare in caso di terremoto? Informatevi ! #Terremoto #INGV Click to Tweet

Cosa fare in caso di terremoto

Il terremoto ci può colpire sia in casa sia in ufficio e voi penserete, facile a dirsi! Eppure non impossibile, basta guardare i giapponesi ormai talmente educati a reagire alle scosse sismiche che durante un terremoto 8.0 invece di scappare fanno il video del mobile che si sposta! Calma e sangue freddo. Se lo imparassimo fin dalle elementari cosa fare in caso di terremoto forse riusciremmo ad applicarlo al momento del bisogno.  Esistono alcune regole di “buon senso” da studiare in tempo di calma e da applicare in caso di emergenza. Per esempio, la prima è conoscere BENE il luogo in cui si vive o quello in cui si lavora, quindi la casa o l’ufficio. Sapere dove sono le uscite più vicine, i muri portanti, i pilastri più sicuri. La maggior parte delle vittime di terremoto viene colpita da calcinacci in caduta libera, per questo si consiglia sempre di ripararsi sotto un tavolo, sotto un letto o comunque sotto architravi, pilastri e pareti portanti, ovvero quelli che non dovrebbero crollare!

Come comportarsi in caso di terremoto: rifugiarsi in luogo sicuro

Se il terremoto ci sorprende fuori, o comunque all’uscita di un edificio bisogna EVITARE di ripararsi a ridosso dello stesso edificio, casa o ufficio che sia, perché la caduta di tegole e grondaie e cornicioni è la prima causa di morte. Meglio fuggire verso il centro della strada, verso una piazza (aperta) o un parco, stando ben attenti a pali della luce e ad eventuali temporali. MAI ripararsi sotto ponti o cavalcavia. Luoghi aperti e spaziosi, sempre. Se vi è crollato il mondo addosso ma voi siete vivi e sani quanto basta per dare una mano, cercate innanzi tutto di non essere da intralcio ai soccorsi, se siete in casa spegnete subito gas ed elettricità (le esplosioni e gli incendi sono la seconda causa di morte nei terremoti), se sentite qualcuno sotto le macerie prima di spostare travi e massi chiamate i soccorsi competenti per evitare di creare maggiori danni. Se abitate o lavorate in un condominio, usate le scale per scendere… Ricordate: tra le prime regole su come comportarsi in caso di terremoto c’è MAI l’ascensore per non rimanere bloccati in caso di nuovi crolli. Infine… anche se sembra la cosa più difficile da fare, in presenza di bambini o di persone anziane o malate, cercate di trattenere il panico e aiutate i più bisognosi. Loro percepiranno ugualmente la paura e la tensione ma chi è sano e forte abbastanza deve cercare di tranquillizzare l’altro, anche passando sopra le proprie paure. Fermo restando che, altra regola d’oro dopo un sisma, è quella di farsi aiutare da uno psicologo a superare il trauma.

Infine, un consiglio spassionato da chi di terremoti un tantino se ne intende per esperienza personale: CONSULTATE SPESSO I SITI DELL’INGV, unico organo veramente competente per notizie, consigli e aiuti alla popolazione in caso di terremoto. Diffidate dai ciarlatani che popolano il web.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

alicudi

Terremoto alle isole Eolie

Trema la terra in Sicilia, o meglio… trema il mare. Scossa di terremoto e piccolo ...

Condividi con un amico